Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, il primo SUV ad “emozione integrale”!

510 cavalli sono un’enormità. Ma per il divertimento alla guida (quello vero) la potenza non basta. Ci vuole equilibrio, bilanciamento, precisione, leggerezza. Qualità che difficilmente si riescono ad ottenere su un SUV. Eppure Alfa Romeo c’è riuscita. La Stelvio Quadrifoglio è una clamorosa eccezione che smentisce il principio secondo il quale un auto “rialzata” - più grande e pesante per definizione - non può trasformarsi in una sportiva vera. Con il vantaggio impagabile di poter esser guidata (e goduta) nella vita di tutti i giorni. E anche noi ce la siamo goduta in un posto molto speciale negli Emirati Arabi Uniti, la Jebel Hafeet Road, una delle strade più belle del mondo, altrimenti nota come passo dello Stelvio del Medio Oriente...


Com’è


Guidare la Stelvio Quadrifoglio in salita fino al secondo valico alpino più alto d'Europa non mi avrebbe fatto godere così tanto, sono sincero, perché il motore sei cilindri biturbo ha bisogno "strada" per esprimersi. E sarebbe stato un peccato, visto che questo V6 da 2.9 litri è fra i pezzi forti dell'automobilismo degli ultimi anni: è stato progettato insieme alla Ferrari e arriva dalla berlina Giulia Quadrifoglio, da cui il SUV riprende la base costruttiva a motore anteriore longitudinale ma non il numero di ruote motrici, che sono quattro anzichè due. Il sistema di trazione integrale Q4 &egrav...