Citroën Berlingo, altro che veicolo commerciale!

Nell'era in cui la praticità e lo spazio sembrano venir sempre più sacrificati sull'altare del design, c'è chi, come Citroën, va controcorrente. Pur con un occhio sempre attento allo stile, infatti, con l'ultima generazione di Berlingo la Casa francese continua a puntare sul segmento dei multispazio con un modello che ora, arrivato alla sua terza serie, può dirsi davvero maturo. Il merito va tutto a inedite soluzioni tecniche e stilistiche, che hanno fatto della più concreta delle vetture del Double Chevron un veicolo che non ha più nulla da invidiare a una “normale” utilitaria, sia dal punto di vista della guida, sia dello stile.

Com'è

Se è vero che le vetture appartenenti a questo segmento continuano ad essere derivate da veicoli commerciali, è altrettanto vero che la terza generazione di Citroën Berlingo ha fatto di tutto per prendere le distanze dal furgone dal quale deriva. Lo stile è quello, molto personale, dell'attuale corso stilistico della Casa francese, con una lunghezza di 4,40 metri. Dentro, l'abitacolo è stato studiato per adattarsi alle esigenze non solo di una famiglia, ma anche degli appassionati delle attività all'aria aperta, che possono sfruttare un bagagliaio con una capacità di 775 litri nella variante a cinque posti, al quale si accede anche attraverso il lunotto apribile (di serie solo sulla top di gamma Shine), o ancora i 28 vani portaoggetti disseminati per tutta la vettura, oppure, la possibilità di creare un ripiano piatto lungo 2,70 metri abbatten...