Lamborghini Aventador S, italian twelve [VIDEO]

Quando si cresce nella bassa modenese, a pochi chilometri da Sant'Agata Bolognese, l'udito è uno di quei sensi che si sviluppa subito da bambini, almeno per me. Ricordo ancora quando sentivo in lontananza il sibilo del motore e letteralmente saltavo le scale di casa della nonna per assistere allo spettacolare passaggio. E' sì, perchè al mondo esistono le auto, le auto sportive, poi le supercar, ma i V12 aspirati sono una razza a parte e quando accade che una Lamborghini si guadagna la S, allora vuol dire che qualcosa di spettacolare è avvenuto. Per scoprirlo sono andato a Valencia per domare la nuova Aventador S su strada e in pista, e gustarmi il canto del suo motore, ma soprattutto le migliorie che porta in dote...


Com'è


4 ruote motrici, 4 ruote sterzanti, 4 sospensioni attive e 4 modalità di guida. Questo è quello che la nuova Aventador S propone per alzare ulteriormente l'asticella della supercar, anzi, hypercar secondo Lamborghini. Come da tradizione infatti, la "S" porta aggiornamenti a 360°: è avvenuto in passato per Miura S, Islero S, Urraco S e Countach S e la magia si ripete con l'Aventador S che sostituisce la precedente coupé. Il V12 rimane (per fortuna lo stesso), ma guadagna 40 CV sfiorando ora di 740 puledri, con la potenza massima posta più in alto, a 8.500 giri (8.400 sulla carta), 250 giri in più di prima. Le prestazioni, considerando pure la coppia di 690 Nm a 5.500 giri/minuto, ...