Lamborghini Aventador LP750-4 SV, Toro bestiale

Sangue e arena. Ma non per il Toro, che è vivo e vegeto e, dopo aver presentato i conti migliori della sua storia, aggiunge un altro capitolo: l’auto più veloce e potente che sia mai uscita da Sant’Agata Bolognese. Si chiama Lamborghini Aventador LP750-4 Super Veloce ed è l’erede di una stirpe ben selezionata che parte dalla Miura SV, è continuata con la Diablo SV e la Murciélago SV e che dunque non poteva non innestarsi nell’ultima V12 della casa emiliana.


Fifty-fifty ovver +50 CV e -50 kg 


Sì, proprio la prima Lamborghini tutta in carbonio, quella con le portiere che si aprono sollevandosi in avanti e che nella versione “normale” ha 700 CV, accelera da 0 a 100 km/h in 3 secondi netti e raggiunge 350 km/h. Cosa possa volere dire aggiungere le parole “Super Veloce” per un’auto così è difficile da capire, ma la guerra è guerra e se a pochi chilometri, dall’altra parte della Via Emilia, alzano l’asticella, lo devi fare pure tu. Come lo si fa con una sportiva, gli uomini Lamborghini lo sanno bene. La ricetta base è: meno peso e più potenza. Dunque 50 CV in più per 50 kg in meno fanno un rapporto peso/potenza di 2,03 kg/CV, uno 0-100 in 2,8 secondi, un 0-300 in 24 secondi e i 350 km/h infranti di un quanto indefinito. Ma non basta perché, per uno scherzo della natura e della fisica, per sfruttare i cavalli che trovi, quei ...