Mercedes Classe E Coupé, la stella che fa primavera

La Stella che fa primavera è la Mercedes Classe E Coupè. La variante che completa la gamma del modello che Dieter Zetsche ha definito "masterpiece of intelligence" (capolavoro d'intelligenza) arriva in Italia il 18 marzo. È una "cometa" che guida gli appassionati delle auto a tetto spiovente nell'universo tecnologico e, grazie al Drive Pilot, anche a guida semi automatica. Con la nuova generazione, questa vettura torna ad essere una vera Classe E, visto che il modello al quale subentra era sviluppato sulla "C".


Com’è


Quasi niente passa inosservato su questa auto, le cui linee sono sempre più estreme anche se ispirate chiaramente a quelle dei nuovi modelli che l'hanno preceduta. I clienti stanno dando ragione alla svolta radicale impressa da Gorden Wagener, al quale sono stati conferiti i galloni di vice presidente con delega al design per i successi conquistati sul campo, pardon, nei concessionari. Il cofano è molto allungato, il parabrezza molto inclinato, le forme molto sinuose, lo "stellone" molto pronunciato, gli interni molto eleganti. In qualità di vera Classe E, la nuova Coupé guadagna oltre 12 centimetri in lunghezza, che adesso arriva a 4,826 metri, e 7,4 in larghezza. Del passo maggiorato di 110 millimetri è facile accorgersi sdraiandosi dietro. Sdraiandosi sì, perché lo spazio è molto e ad andature normale pare di stare in una sala di registrazione tanto è ovattato l'abit...