Dalla pista all’offroad, passando per l’elettrico, il marchio giapponese sarà grande protagonista alla nostra festa

Cos’hanno in comune una supercar come la GT-R e un pick-up come il Navara? E queste con la Leaf? Poco, pochissimo, a parte il marchio Nissan e la trazione integrale per le prime due: proprio quello è il lato interessante di un marchio come quello giapponese, la cui gamma è davvero ampia e copre ogni tipo di esigenza. Quale, nel dettaglio, lo scopriamo insieme nelle prossime righe e, soprattutto, il 12 e 13 maggio ai Motor1 Days, all’autodromo di Modena.

Adrenalina a fiumi e inquinamento zero

Non è certo una novità, ma quanto a emozioni sono poche, ancora oggi, le auto a batterla: stiamo parlando ovviamente della mitica GT-R, che potrete vivere accanto ai nostri tester Adriano, Andrea e Giuliano, ben felici di portarvi in giro per la pista a tutto gas. Di ben altro genere le emozioni che potrete sperimentare in prima persona guidando la Leaf, l’auto 100% elettrica di Nissan giunta alla seconda generazione e ora capace di circa 300 km di autonomia e, soprattutto, di un comportamento stradale maturo e convincente.

Su e giù col 4x4

4x4 è troppo generico, quando si parla di Nissan, perché c’è la trazione integrale per usi “civili”, come quella di cui sono dotate Qashqai e X-Trail, ma anche quella ben più robusta e pronta ad affrontare le situazioni “selvagge”, che invece è tra i punti di forza del pick-up Navara. Per farvi apprezzare fino in fondo le differenze, ai Motor1Days abbiamo approntato non uno ma ben due percorsi offroad, con diversi livelli di difficoltà.

Nuova Nissan Leaf, l'elettrica è cambiata