In pista con la Leon Cupra o per strada con Arona e le Ibiza e Leon a metano

Porta il nome del nuovo brand dedicato ai modelli più sportivi, ma sfoggia ancora il classico logo con la “S”. È la Seat Leon Cupra, la versione arrabbiata della compatta spagnola, tra le protagoniste dei Motor1Days 2018 assieme alla sua “sorella” ancora più incattivita R e alla variante a metano Leon TGI, affiancata dalla Ibiza (anche lei a metano) e dal crossover Arona. Una “manita” per tutti i gusti che, assieme a tutte le altre novità presenti, rende la 2 giorni all’Autodromo di Modena un vero paradiso per gli appassionati di auto.

Bis di cattiveria

Si inizia con le più cattive, quelle Seat Leon Cupra e Cupra R che rappresentano il top della produzione di Martorell in quanto potenza. La prima è mossa da 300 CV mentre la seconda si spinge fino a quota 310, tutti spremuti dal 2.0 TSI 4 cilindri e passati alle sole ruote anteriori. Timorosi che questo schema non riesca a sfruttare al meglio le doti della compatta spagnola? Nessuna paura, c’è un bel differenziale autobloccante meccanico, così motricità e direzionalità sono garantite.

Quelle tranquille

Secondo Seat attualmente il metano è importante come l’elettrico e la Casa spagnola investe sempre più in questo carburante alternativo, protagonista ai Motor1Days 2018 con le Leon e Ibiza TGI. Compatta e piccola di Martorell mosse rispettivamente dal 1.4 TSI da 110 CV e dal 1.0 3 cilindri da 90 CV. Per entrambe l’obiettivo è quello di consumare ed emettere meno rispetto alle sorelle coi classici motori mono alimentazione. Non è invece (ancora) a metano la Seat Arona, il piccolo crossover spagnolo che all’autodromo di Modena sarà presente in versione Xcellence mossa dal 1.0 TSI.

Seat Arona