Dalla Ferrari 488 Pista alla Pagani Zonda, dalla nuova Volvo V60 al restyling della Jeep Renegade. E molto altro

Auto di serie, hypercar, prototipi e concept: questo è Parco Valentino, il salone dell'auto in cui si respira letteralmente un'aria diversa; saranno gli alberi tra gli stand o i prati del parco del Castello in stile Goodwood che rendono la kermesse torinese come poche nel suo genere. Le oltre 43 case partecipanti quest'anno espongono i loro modelli di punta in un mix di SUV e utilitarie con supercar e prototipi che rispecchiano ed esaltano lo stile che da sempre contraddistingue l'Italia nel mondo. Ma le novità importanti non riguardano solo le super sportive: ecco le auto da non perdere assolutamente.

Per la famiglia: Volvo V60 e Peugeot 508

Tra le più attese non possiamo non partire dalla Volvo V60, una delle auto più attese dal pubblico e desiderata da chi cerca una station wagon – alternativa alle tedesche - in un mercato ormai dominato dai SUV. L'ultima familiare della casa svedese mantiene gli stilemi, sia all'esterno che all'interno, che troviamo su V90, XC60 e XC90, con un'altezza da terra minore e una capacità di carico da prima della classe. Il tutto mantenendo inalterata l'eleganza e la modernità che negli ultimi anni ha contraddistinto il marchio di Gotemborg. Dimensioni simili, ma di diversa filosofia: basata sulla piattaforma EMP2 del gruppo PSA, la nuova Peugeot 508 fa un grande balzo in avanti rispetto alla generazione precedente, con una linea più filante e un abitacolo premium ultra moderno. La ciliegina sulla torta? L'ormai caratteristico i-Cockpit, aggiornato e giunto alla sua seconda evoluzione. Sarà svelata al prossimo Salone di Parigi la carrozzeria station wagon.

Parco Valentino 2018, le auto da non perdere
Parco Valentino 2018, le auto da non perdere

I SUV: Jeep Renegade e Volkswagen Touareg

Tra le novità più importanti, soprattutto per quanto riguarda il mercato italiano, troviamo la Jeep Renegade che, con il model year 2019, introduce nuovi dettagli stilistici e importanti novità a livello di motorizzazioni: tre i nuovi benzina, un tre cilindri 1.0 da 120 CV e due quattro cilindri da 1.3 litri da 150 e 180 CV, quest'ultimo sfruttabile anche in ottica elettrificazione della gamma. Al di là delle Alpi, la Volkswagen Touareg è una tra le "alte" più interessanti: giunta alla terza generazione, si avvicina in termini di qualità percepita alla cugina Porsche Cayenne. Cresce in lunghezza e in capacità di carico, il design è più morbido e filante e l'infotainment è uno dei più completi e d'effetto visti fino ad ora. Per ora la scelta del motore è limitata al solo 3.0 TDI da 286 CV.

Parco Valentino 2018, le auto da non perdere
Parco Valentino 2018, le auto da non perdere

Le elettriche: Jaguar I-Pace e Range Rover PHEV

Elettriche protagoniste, soprattutto dopo le dichiarazioni del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli in occasione del "taglio del nastro" della quarta edizione del Salone Parco Valentino. Avversaria dichiarata della Tesla Model X, la I-Pace non è solo la prima Jaguar elettrica della storia, ma è anche la più tecnologica dell'intera gamma con i suoi tre schermi da cui gestire l'infotainment – uno davanti al guidatore e due al centro della plancia –. Massimo ha avuto la fortuna di provarla per noi: qui tutti i dettagli! La soluzione dei tre display era stata adottata in precedenza da Range Rover con la Velar, sorella "sportiva" di un'altra elettrica, questa volta plug-in, che troviamo allo stand della casa inglese. Stiamo parlando della Range Rover PHEV da 404 CV e 640 Nm di coppia. Qui le batterie sono da 13,1 kW e permettono un'autonomia elettrica di 51 km.

Parco Valentino 2018, le auto da non perdere

Le sportive più desiderate

Tra le sportive più attese c'è sicuramente la Ferrari 488 Pista che il nostro Andrea ha avuto la fortuna di provare a Maranello (trovate qui la prova completa), con il suo V8 biturbo da 720 CV e 770 Nm che la rende la Ferrari stradale con il miglior rapporto peso/potenza di sempre. Chi non vuole rinunciare all'urlo dell'aspirato si dovrà "accontentare"della verdissima Porsche 911 GT3 RS: sotto il cofano, alle spalle del pilota, troviamo un possente 6 cilindri boxer da 4.0 litri ad aspirazione naturale da 520 CV a... 9.000 giri! Guardandosi intorno, nell'incantevole cornice del Castello del Valentino dove sono parcheggiate le auto, è impossibile non notarne una, nella sua verniciatura "particolare". Stiamo parlando della one-off Zonda by Foglizzo, una Pagani Zonda R trasformata in un'opera d'arte su ruote dalla pittrice egiziana Shalemar Sharbatly per un progetto sviluppato in collaborazione tra la casa emiliana e l'atelier Foglizzo.

Parco Valentino 2018, le auto da non perdere
Parco Valentino 2018, le auto da non perdere

I prototipi

Italdesign, Bertone, Pininfarina, nomi che hanno contribuito all'elevazione internazionale dello stile e dell'eleganza italiana nel mondo delle quattro ruote. Gli spettatori potranno visitare la Mostra dei Prototipi dalle 10:00 alle 24:00 fino a domenica 10 giugno, in cui saranno esposti prototipi, concept car e supercar - come le Lamborghini Miura e Countach - che hanno letteralemente dato il via alla storia decennale di marchi come quello del Toro. Nell'area dedicata ad Italdesign, per esempio, è possibile ammirare auto incredibili tra cui la Volkswagen W12 - la madre delle hypercar moderne con il suo W12 da 420 CV - e il prototipo dell'Alfa Romeo Brera, che fa delle linee pulite e delle portiere ad elitra i suoi punti di forza. Tra le più recenti, ma tra le più affascinanti, l'Alfa Romeo Mole Costruzione Artigianale 001 firmata Up Design, su base 4C.

Parco Valentino 2018, le auto da non perdere
Parco Valentino 2018, le auto da non perdere

Leggi anche:

Parco Valentino 2018, le auto da non perdere