Anche il SUV adotterà la tipica impostazione con doppio schermo

Dovrebbe arrivare entro la fine del 2018 la nuova generazione della Mercedes GLE, con un carico di novità più tecniche che estetiche, in modo da farla rimanere al passo con la concorrenza che di nome fa Audi Q7 e BMW X5. Se esteticamente quindi non ci si aspettano grossi stravolgimenti, è dentro che il SUV di Stoccarda verrà profondamente rinnovato, abbracciando la filosofia stilistica e tecnica delle sorelle, dalla Classe S alla Classe A.

Vedo doppio

A confermarlo ci pensano i primi bozzetti ufficiali che mostrano la plancia della nuova Mercedes GLE, caratterizzata dall’ormai classico doppio monitor a dominare la scena, con sviluppo in orizzontale e misure che dovrebbero essere di 12,3” per ciascuno schermo. Al di sotto ci dovrebbero essere i comandi per il climatizzatore mentre ai lati del tunnel centrale sorgono 2 maniglie, tipiche di fuoristrada duri e puri come la Classe G. Si intravvede poi la classica “lingua” sul tunnel, sotto la quale dovrebbe trovare spazio la rotella per gestire il sistema di infotainment. Sistema che sarà lo stesso MBUX che hadebuttato sulla nuova Classe A, con tanto di comandi vocali evoluti. Ultimo dettagli che balza all’occhio è la forma delle bocchette dell’areazione, dalla forma squadrata.

Base nuova

Basata su una piattaforma completamente nuova la prossima generazione di Mercedes GLE sarà disponibile sia con la classica carrozzeria sia in versione coupé, per chi il SUV lo preferisce con uno stile più sportivo. Il nuovo pianale offrirà maggiore spazio per gambe e bagagli e permetterà di adottare anche motorizzazioni elettrificate, mild hybrid o plug-in..

Leggi anche:

Nuova Mercedes GLE, i bozzetti dell'abitacolo