Ecco finalmente muoversi l'erede della mitica sportiva giapponese

Anni di voci, speculazioni, rendering, avvistamenti e foto spia hanno creato un hype difficilmente misurabile intorno al ritorno della Toyota Supra. Sembrava che fosse tutta una fantasia, che tutto si sarebbe risolto in un nulla di fatto, con la FT-1 a ricordarci ciò che avrebbe potuto essere e non fu. Invece eccola qua la nuova sportiva giapponese, svelata per la prima volta al Salone di Ginevra, con forme estreme e relegata a essere un oggetto immobile su una pedana e ora reduce dalla corsa sulla mitica collina del Goodwood Festival of Speed. Si perché proprio i verdi prati della villa di Lord Richmond hanno fatto da palcoscenico per i primi chilometri percorsi davanti al pubblico della nuova Supra. 

Non solo un prototipo

La livrea ricoperta dalla particolare camuffatura non mostra le sue forme che, anche se mancano conferme, dovrebbero ormai essere quelle ufficiali. Via quindi l’esagerato alettone della concept vista a Ginevra, così come le altre appendici aerodinamiche. Da quello che si vede, sembra che il pilota non abbia spinto mai troppo l’auto, ma si può comunque apprezzare il sound del 6 cilindri di origine BMW nascosto sotto il lungo cofano. 

Leggi anche:

Asse Giappone Germania

Come noto da tempo infatti la nuova Toyota Supra è stata sviluppata in collaborazione con BMW, che fornirà i motori e dalla sua piattaforma creerà la nuova Z4. La gamma propulsori dovrebbe includere il 3.0 litri turbo benzina da 335 CV e 500 Nm, tutti trasmessi alle ruote posteriori attraverso un cambio automatico doppia frizione. E se tutto questo non dovesse bastare, Tetsuya Tada (ingegnere capo) ha confessato che in futuro arriverà la ancora più potente versione GRMN. Per chi invece non vuole esagerare ci sarà l’entry level col 2.0 da 248 CV. Ok, ora basta con le parole, cliccate "Play" sul video qui sotto e buona visione!

 

Toyota Supra a Goodwood