I consigli di amministrazione sono stati convocati d'urgenza a causa del protrarsi della convalescenza del manager italo canadese

I CDA di FCA, di Ferrari e di CNH si sono riuniti in queste ore per discutere sulla successione di Sergio Marchionne. Secondo quanto riportato da Automotive News, la decisione sarebbe stata a presa a seguito del prolungarsi della convalescenza del manager italocanadese conseguente all’intervento chirurgico alla spalla effettuato ad inizio luglio.

A Roma l'ultima uscita pubblica

Ricordiamo che l’ultima uscita pubblica di Sergio Marchionne risale al 26 Giugno scorso a Roma in occasione  della consegna di una Jeep Wrangler Arma dei Carabinieri. La convocazione del Consiglio di amministrazione con un ordine del giorno così preciso rende probabile una successione anticipata rispetto alla scadenza naturale del mandato ad aprile 2019 per la carica di AD di FCA. Non era invece programmato un cambio di vertice in Ferrari di cui Ferrari è presidente e amministratore delegato.

Louis Camilleri probabile ad Ferrari

La notizia ha riaperto ovviamente il toto nomi. In molti danno per favorita la scelta di un uomo interno al Gruppo, come Alfredo Altavilla, capo delle operazione EMEA del Gruppo, Richard Palmer, direttore finanziario e colui che, probabilmente, sta presiedendo il CDA in questa riunione, Mike Manley, capo di Jeep e Pietro Gorlier AD di Magneti Marelli, mentre è in ribasso il nome di Vittorio Colao ex ad di Vodafone. Per la guida di Ferrari le indiscrezioni di stampa danno per certo Louis Camilleri, membro del CDA del Cavallino ed ex AD di Phillipp Morris.

Leggi anche:

FCA, il presente e il futuro