Il colosso coreano ha nel mirino la guida autonoma. E, forse, l'alleanza con qualche casa automobilistica

Ci aveva già pensato Apple, che sarebbe al lavoro su alcuni Volkswagen T6 per trasformarli in van autonomi, dedicati agli hippies “2.0”. Adesso, però, un altro gigante della tecnologia sta per scendere nel campo dell'auto: si tratta di Samsung, che – ammazzando l'attesa per la presentazione del nuovo smartphone Note 9, prevista per oggi  – ha annunciato grandi investimenti economici per la mobilità.

Tutti nell'auto

D'altronde, ormai, rimanere tagliati fuori da questo enorme business, la guida autonoma – specie per chi si occupa solo di hi-tech – viene sempre più considerato un po' come darsi la zappa sui piedi. Ecco quindi che anche un colosso come Samsung, che fino ad una manciata di anni fa non avrebbe rivolto alcuna attenzione al mondo della mobilità a quattro ruote, adesso lo guarda invece con sempre più vivo interesse.

Leggi anche:

Investimenti importanti

Giusto per darvi due numeri, si parla di 25 mila miliardi di won, l'equivalente di 19 miliardi di euro. Un piano (triennale) che Samsung Electronics ha predisposto non solo per assumere forza lavoro specializzata in intelligenza artificiale, svolgere le consuete attività nel settore biofarmaceutico e sviluppare le reti mobili in 5G, che debutteranno nel 2019. Ma, anche, per studiare e costruire nuovi componenti per auto, con tutta probabilità dedicati alla guida autonoma. 

Gioco a due

All'orizzonte, quindi, potrebbe profilarsi nella guida autonoma un futuro gioco a due (anzi, una lotta senza esclusione di colpi, si presume) Apple-Samsung: se l'azienda di Cupertino ha già mostrato interesse per avere come partner il Gruppo Volkswagen, in Corea sarebbero, attualmente, alla finestra. In attesa di trovare un alleato valido, che possa sostenere e rispondere per le rime alla potenza di fuoco dell'asse americano-tedesco. Ne riparleremo presto.