Porsche 911 GT2 RS, una prova delicatamente brutale

Avete mai sentito qualcuno scendere da una Porsche 911 Turbo S e dire che non è abbastanza veloce o affermare che la 911 GT3 potrebbe avere più mordente? Evidentemente questo qualcuno esiste perché la Porsche 911 GT2 RS che proviamo oggi unisce il carattere delle due sportive tedesche e promette qualcosa più di entrambe. Volutamente vistosa sia a livello visivo che sonoro, la nuova Porsche 911 GT2 RS nasce proprio per rispondere alla voglia di estremo e di racing al massimo livello con una vettura capace di girare al Nurburgring nel tempo record di 6'47"3, meglio di qualsiasi altra auto stradale, dotandola del motore 6 cilindri boxer di 3,8 litri della Turbo S portato a 700 CV e alleggerendola in stile GT3 con tanto di enorme alettone in coda e aerodinamica da corsa. Il tutto a un prezzo base di 293.732 euro.


Com'è


A prima vista la nuova Porsche 911 GT2 RS assomiglia ad un mostruoso supereroe ibrido in stile Marvel, tutt'altro che timido e nato per la velocità pura in pista, anche se prese d'aria e sfoghi a volontà sono tutti funzionali e non certo decorativi. L'auto in prova è dotata anche del Pacchetto Weissach che costa da solo quasi un 10% del listino (30.500 euro) e riduce il peso di 30 kg con cofano motore e tetto in carbonio con strisce longitudinali, scritta Porsche sull'alettone, cerchi in lega di magnesio forgiati e gabbia di sicurezza interna; un optional irrinunciabile su un'auto di questo livello destinata a f...