Leggera e con un motore non impegnativo (140 CV), la giapponese non tradisce il vecchio adagio “poco peso = tanto divertimento”

Molte volte noi appassionati ci esaltiamo per auto sportive con centinaia di CV in grado di strappare l’asfalto ad oggi accelerazione, trascurando però che i loro grossi e potenti motori hanno bisogno di cambi più resistenti, sistemi di raffreddamento maggiorati e freni sovradimensionati. Il risultato? Le auto pesano tanto e sono più impacciate da guidare. Suzuki non ha sposato questa filosofia e ha deciso di non calcare troppo la mano sulla nuova Swift Sport, dotata di un motore da “soli” 140 CV (le concorrenti superano i 200) ma pesante solo 975 kg.

Com’è

La terza serie dell’utilitaria giapponese sembra fatta apposta per la versione Sport, che più delle normali Swift trae beneficio dalla lunghezza contenuta e dal peso ridotto. Ciò appare evidente osservando l’auto di persona, ma diventa ancor più marcato leggendo la scheda tecnica: la Swift Sport misura 3,89 metri in lunghezza e pesa 975 chili, stando ai valori comunicati dalla Suzuki, mentre la Volkswagen Polo GTI è lunga 16 cm in più e ferma l’ago della bilancia quasi 300 chili oltre (1.270 chili) la giapponesina. La Renault Clio R.S. non fa tanto meglio, anzi, se è vero che misura 4,06 metri e pesa 1.204 chili. La Swift Sport per di più non sembra nemmeno esagerata come alcune concorrenti, visto che le ruote da 17” e la carrozzeria tutto sommato sobria non danno l’impressione che stiate arrivando da un raduno di amanti del tuning. Per evitare di dare troppo nell’occhio dovete rinunciare al bel colore giallo acceso, questo sì, ma il fascione paraurti e le bandelle sottoporta non sono molto grintosi. Le maniglie posteriori nascoste alla vista snelliscono la vista laterale e fanno sembrare l’utilitaria una tre porte, ma gli sportelli in realtà sono cinque e questo rappresenta un bell’assist per i mariti che devono convincere la moglie del fatto che la Sport sia un’utilitaria come tante altre.

Come va

Per convincere la moglie basterà dirle che il baule ha una capienza discreta (265 litri) e che compresi nel prezzo ci sono tanti aiuti alla guida, visto che l’equipaggiamento della Swift Sport è pressoché “tutto incluso”: ci sono il climatizzatore automatico, le connettività Apple CarPlay e Android Auto, la frenata automatica d’emergenza e la telecamera posteriore di parcheggio. Mordendovi la lingua potete tranquillizzarla anche sul rumore allo scarico, che purtroppo non è intenso ed emozionante come avremmo voluto. Non le direte invece che sotto il cofano è presente un motore 1.4 da 140 CV, che rispetto alla vecchia generazione perde 0.2 litri di cilindrata ma guadagna il turbo, 4 CV di potenza e soprattutto 70 Nm di coppia (ora sono 230), che rendono la Swift Sport molto più reattiva nelle salite e quando si vuole guadagnare velocità dopo un rallentamento. Il motore però non ha l’allungo che ci saremmo aspettati e oltre i 6.000 giri non ha più senso premere sull’acceleratore. Anche il cambio manuale a 6 rapporti non è diretto e fulmineo come in passato. Si è persa insomma quella sensazione di guidare una piccola auto da rally, da sempre una caratteristica della Swift Sport, che oggi è diventata più matura e da famiglia rispetto alle scorse generazioni. 

Curiosità

Il motore 1.4 turbo può sembrare all’apparenza lo stesso di molte auto di FCA, su cui la potenza è peraltro la stessa, pari a 140 CV. In realtà il 1.4 Boosterjet ha una cilindrata leggermente superiore (1.373 cc contro 1.368) e soprattutto un’architettura diversa: ci sono il doppio albero a camme e la fasatura variabile meccanica, mentre il 1.4 italiano adotta un solo albero a camme e valvole elettroidrauliche per l’aspirazione.

Quanto costa

Fino al 31 maggio è possibile ordinare la Swift Sport al prezzo promozionale di 18.150 euro, del tutto concorrenziale in rapporto non soltanto a quello che offre l’auto (l’equipaggiamento è full optional) ma anche al listino delle concorrenti: le Renault Clio R.S. e Volkswagen Polo GTI ad esempio costano nell’ordine dei 25.000 euro. Dal 1 giugno si dovranno sborsare però 21.190 euro. Gli unici optional sono la vernice bicolore (400 euro) o metallizzata (550 euro).

Scheda


Potenza
: 140 CV
Consumo medio (dichiarato): 17,9 km/l
Emissioni CO2: 125 g/km
Accelerazione 0-100 km/h: 8,1

Nuova Suzuki Swift Sport, giapponese col turbo

Foto di: Massimo Grassi