Tutti i punti di forza della Fiesta, portati 2 cm più in alto e messi in risalto da un look in stile crossover

Crossover si nasce o si diventa: per la Ford Fiesta vale la seconda, ed è una novità assoluta per un nome con 42 anni di storia alle spalle. Crossover, dunque: ma cosa significa questa definizione? Tecnicamente, vuol dire proporre soluzioni che stanno a metà strada fra due, tre o più categorie “classiche”. Nel caso della Fiesta Active, significa che in Ford sono partiti dalla Fiesta normale, hanno alzato le sospensioni di 2 cm e irrobustito la carrozzeria con dei profili in plastica “grezza”, davanti, dietro e lateralmente.

Pregi e difetti

Il colpo d’occhio, prima di tutto. I gusti sono gusti, ma un elemento è innegabile: la Active è decisamente più “muscolosa” rispetto alla Fiesta. La differenza la fanno i già citati profili neri (insieme ad altri dettagli), che allungano la macchina di 3 cm ma si rivelano preziosi in caso di piccoli urti in fase di parcheggio. Avere le sospensioni più alte di 2 cm porta diversi vantaggi: entrare e uscire dall’auto (così come caricare bimbi piccoli) è più facile e, quando si deve salire su uno di quei gradini che ancora, nelle nostre città, danno accesso ai parcheggi (consentiti) sui marciapiedi, c’è meno rischio di toccare con la parte bassa della macchina. Quanto ai difetti, c’è sicuramente la visibilità, non ottimale a causa della forma dei montanti, sia davanti sia dietro. Mancano inoltre le maniglie sul tetto per i passeggeri, mentre il bagagliaio è un po’ più piccolo, per esempio, di quello di Citroen C3, Kia Rio, Seat Ibiza e Volkswagen Polo.

Scopri la Fiesta Active:

Quanto costa

Al netto di sconti e promozioni, il listino parte dai 18.400 euro della 1.0 EcoBoost da 85 CV con cambio manuale. Lo stesso motore è disponibile anche con 100, 125 CV e 140 CV. Il 100 CV con il cambio automatico costa poco meno di 21.000 euro, mentre il 1.5 diesel è disponibile in due step di potenza, 85 e 120 CV: il primo costa 19.500 euro, 21.000 il secondo.

Ford Fiesta Active