Volkswagen up! GTI, guidarla ti mette di buon umore

La Volkswagen up! come la conoscevamo fino ad oggi era una citycar apprezzata in tutta Europa, seconda nelle vendite 2017 solo alla coppia italiana formata dalle Fiat Panda e 500. Le cose sembrano destinate a cambiare con la neonata Volkswagen up! GTI, versione "pepata" che potrebbe lasciare un piccolo segno nella nobile famiglia Gran Turismo Injection. Vediamo perché.


Com'è


E' impossibile non riconoscere la up! GTI, da qualunque angolazione la si guardi. Davanti spicca la calandra con la griglia sportiva a nido d'ape, di lato si notano subito le bandelle sottoporta nere mentre dietro saltano subito all'occhio lo spoiler piuttosto pronunciato e il singolo terminale di scarico cromato. Rispetto alla Golf e alla Polo GTI qui la ricetta dell'understatement è stata messa da parte, probabilmente anche tenendo in considerazione il pubblico giovane a cui quest'auto è rivolta. Completano il quadro i bei cerchi in lega da 17 pollici e gli specchietti retrovisori neri. Insomma, la up! GTI si fa notare ed è ben riconoscibile ma non eccessiva. All'interno la fanno da padrone il classico tessuto a quadrettoni e il rivestimento plastico della plancia, composto da una bella texture di un rosso scuro lucido. Anche la leva del cambio è molto bella, così come il volante che è ripreso dalle altre GTI, un contesto in cui la strumentazione con il grande tachimetro centrale stona un po'. Molto gradevole è invece la console centrale, con ...