In arrivo un “calcolatore” più efficiente per risparmiare sulle polizze

Opera di svecchiamento dell’Ivass (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni) per consentire agli automobilisti di pagare Rc auto meno care. In futuro, arriverà il nuovo preventivatore online che sostituirà l’attuale. In generale, ci sarà l’obbligo per gli intermediari di acquisire ed esibire attraverso il preventivatore pubblico online le tariffe Rca relative contratto base offerto dalle imprese di cui sono mandatari: contratti standard e chiari. Poi verrà garantito a consumatori e intermediari (gli agenti) l’accesso e la risposta per via telematica ai premi applicati dalle imprese per il contratto base. Si consentirà inoltre ai consumatori la conclusione del contratto a condizioni non peggiorative rispetto a quelle risultanti dai preventivi ottenuti dal nuovo preventivatore. In particolare, gli agenti saranno obbligati a interrogare il sistema ma con funzionalità di preventivazione professionale. Dovranno preventivamente essere registrati al servizio, mediante processo di abilitazione che verrà attivato dalle imprese assicurative mandanti. Gli automobilisti (“utenti comuni”) potranno accedere al portale senza autenticarsi con funzionalità di preventivazione indirizzata in modo specifico ad un’utenza non professionale per poter conoscere e confrontare i prodotti offerti da tutte le compagnie operanti sul mercato.

Tutto più semplice

Col nuovo preventivatore Ivass, le compagnie assicurative comunicheranno l’ammontare, da loro liberamente determinato, della copertura offerta per il contratto base nonché delle singole ulteriori clausole proposte. E forniranno adeguata informativa sul contenuto delle ulteriori clausole proposte. Verificheranno poi la conformità del processo di trasmissione dei dati di loro pertinenza mediante specifiche funzionalità di back-office. L’Ivass comunque eserciterà la funzione istituzionale di vigilanza accertando il corretto adempimento degli obblighi di legge da parte delle compagnie assicurative e degli intermediari. Se il proprietario del veicolo da assicurare e il contraente coincidono, per ottenere preventivi relativi al contratto base, sarà sufficiente disporre di targa del veicolo e codice fiscale o partita IVA del proprietario (o contraente).  Nei casi in cui proprietario del veicolo e contraente non coincidano; oppure il veicolo da assicurare non sia stato ancora targato; o ricorrano le condizioni per usufruire della Legge Bersani; allora per ottenere i preventivi sarà necessario inserire ulteriori informazioni.

Caccia al risparmio

Sono state individuate una serie di clausole che producono variazioni sul premio relativo alla copertura minima di legge, ovvero sul contratto base, definite clausole aggiuntive, che potranno essere selezionate nel processo di preventivazione. Quali? La sospensione della garanzia e la rateizzazione del premio. Ma soprattutto la Guida esclusiva e la Guida esperta: pochi possono porsi al volante, e così la Rca scende. Importanti anche la limitazione delle esclusioni e delle rivalse (se causi un incidente ubriaco, paghi tu il risarcimento). Consentito l’aumento dei massimali minimi per avere una maggiore copertura.

Scatola nera, rivoluzione

Attenzione: col preventivatore Ivass, sarà possibile avere il preventivo della Rca con scatola nera: questo garantisce risparmi. Idem per le tariffe con ispezione preventiva della macchina o con il dispositivo alcolock: se sei brillo, la vettura non parte. Per ogni clausola verranno specificate le differenti opzioni offerte dalla singola compagnia. Sono stati inoltre previsti possibili interventi di manutenzione evolutiva nell’eventualità che l’offerta contenuta nei preventivi possa includere anche garanzie accessorie: Furto e incendio, Kasko e altro. Insomma, un ventaglio completo per ottenere una Rca su misura.