Aumenta il numero di guidatori senza patente

Guida senza patente: l'Asaps (Amici Polstrada) raccoglie e fa proprio l’allarme lanciato dal Procuratore aggiunto di Bologna Walter Giovannini. Secondo l’Osservatorio dell’associazione, la sinistrosità più grave e mortale si sta connotando per una percentuale sempre più vistosa di conducenti che risultano privi di patente. Attenzione: non parliamo di chi ha la licenza di guida per le auto ma l’ha dimenticata a casa, su un tavolo o in un cassetto (un’infrazione comunque da punire), ma di chi guida senza aver mai conseguito la patente. O si mette al volante nonostante la patente gli sia stata sospesa o revocata. Gravissima violazione al Codice della Strada che si accoppia all’assenza della Rc auto e magari della revisione periodica obbligatoria del mezzo. Il fatto è che un guidatore senza patente, se causa un incidente, può essere indotto a scappare: un’omissione di soccorso, ossia un reato da Codice Penale. È la pirateria stradale.

Ti potrebbe interessate:

Quando nasce il problema

Sino al 5 febbraio 2016, la guida senza patente (mai conseguita) era reato: dal 6 febbraio 2016, non più. Scatta la sola sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro (più alta di prima). È stato depenalizzato il reato previsto dall’articolo 116, comma 15, del Codice della Strada. Il reato c’è solo in caso di recidiva nel biennio. Di quali condotte criminose depenalizzate si tratta? Stare al volante senza essere munito di patente perché mai conseguita ovvero perché revocata con provvedimento definitivo già notificato all’interessato. Oppure con patente non rinnovata a seguito di mancato superamento della visita medica di conferma di validità o di revisione: mancano i requisiti fisici richiesti dalle norme, anche in attesa del formale provvedimento di revoca della patente. Oppure, infine, con patente di categoria diversa da quella prescritta (salvo rarissimi casi).

Cronaca da brividi

Solo per fare qualche esempio recente, il 14 aprile, a Bari, un 39enne è stato pizzicato al volante senza patente. Il 17 aprile, a Brindisi, un uomo è stato fermato perché guidava senza cintura, con un bimbo in braccio. Come se non bastasse, aveva lo smartphone in mano e, una volta sottoposto ai controlli, è risultato non avere la patente perché mai conseguita. Il 18 aprile, a Garlasco (Pavia), un 23enne senza patente ha anche minacciato i Carabinieri. Il 26 aprile, ad Agrigento, un uomo è stato beccato alla guida senza patente. Il 27 aprile, a Fondi (Latina), un divieto di sosta in pieno centro urbano è costato caro a un cittadino di 33 anni, nazionalità albanese (residente in Italia da 15 anni): da addirittura sette anni circolava con una patente di guida falsa. Tutti guidatori (per così dire, visto che non potrebbero spostarsi conducendo un veicolo privato) che, in caso di sinistro, potrebbero trasformarsi in pirati della strada.