In attesa degli incentivi statali, promessi dal Governo, ecco i contributi regione per regione

L’arrivo dei tanto attesi incentivi statali alla rottamazione delle auto più inquinanti, ovvero delle benzina e diesel Euro 3 o inferiori, sembra ormai imminente. A confermarlo, dopo l’anticipazione fatta dal ministro dell’Ambiente Segio Costa in un’intervista a l’Automobile e gli ultimi emendamenti presentati da M5S e Lega, c’è un ritorno sul tema da parte dello stesso Ministro nell’accordo appena firmato con la Regione Lazio per il miglioramento della qualità dell’aria a Roma e comuni limitrofi.

Fra gli impegni contenuti nell’accordo c’è infatti quello di “attivare le opportune procedure di concerto con il Ministero dell’Economia per reperire le risorse necessarie a finanziare la sostituzione dei veicoli oggetto dei divieti da applicare entro il 1° gennaio 2019”.

Prima dello Stato arrivano le Regioni

Al momento non è dato conoscere con precisione né i tempi, né l’entità della somma stanziata (le famose risorse), né le modalità di applicazione degli incentivi alla rottamazione a livello statale, cose che conosceremo appena questi diventeranno realtà, ma nel frattempo è possibile fare un quadro degli incentivi regionali. Diverse Regioni si sono infatti già mosse sul fronte delle agevolazioni alla rotttmazione delle auto più inquinanti.

Incentivi alla rottamazione per Regione

  Veicoli da rottamare Veicoli da acquistare Incentivi Beneficiari Scadenza
Emilia-Romagna          
  Commerciali usati (N1, N2)
Diesel Euro 0
Diesel Euro 1
Diesel Euro 2
Diesel Euro 3
Diesel Euro 4
Commerciali nuovi (N1, N2)
Benzina/metano - Euro 6
Benzina/GPL - Euro 6
Ibridi benzina/elettrici
Elettrici
4.000-8.000 euro x Benzina/metano
Euro 6
Benzina/GPL
Euro 6
Ibridi benzina/elettrici

6.000-10.000 euro x Elettrici
Micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità locale in Emilia-Romagna 15 ottobre 2019
Friuli Venezia Giulia          
 

Usati (M1)
Benzina Euro 0

Benzina Euro 1

Diesel Euro 0

Diesel Euro 1

Diesel Euro 2

Diesel Euro 3

Nuovi (M1)
Benzina/metano
Ibridi benzina/elettrici
Elettrici
3.000 euro x Benzina/metano

4.000 euro x Benzina/elettrici

5.000 euro x Elettrici
Privati residenti, reddito complessivo del nucleo familiare
85.000 euro annui
31 dicembre 2018
Lombardia          
 

Usati (M1)
Benzina Euro 0

Benzina Euro 1
Benzina/metano - Euro 0
Benzina/metano - Euro 1
Benzina/GPL - Euro 0
Benzina/GPL - Euro 1

Diesel Euro 0

Diesel Euro 1

Diesel Euro 2

Diesel Euro 3

Nuovi o usati del 2018 (M1)
Benzina - Euro 5
Benzina - Euro 6
Benzina/metano - Euro 5
Benzina/metano - Euro 6
Benzina/GPL - Euro 5
Benzina/GPL - Euro 6
Ibridi benzina/elettrici - Euro 5
Ibridi benzina/elettrici - Euro 6
Elettrici
90 euro Privati residenti 31 dicembre 2018
Piemonte          
  Commerciali usati (N1, N2)
Benzina Euro 0
Benzina Euro 1
Benzina/metano - Euro 0
Benzina/metano - Euro 1
Benzina/GPL - Euro 0
Benzina/GPL - Euro 1
Diesel Euro 0
Diesel Euro 1
Diesel Euro 2
Diesel Euro 3
Diesel Euro 4
Commerciali nuovi (N1, N2)
Benzina/metano
Benzina/GPL
Ibridi benzina/elettrici (full hybrid o plug-in)
Elettrici
1.000-10.000 euro Micro, piccole e medie imprese del Piemonte Fino a esaurimento della dotazione finanziaria
Veneto          
  Commerciali usati (N1, N2)
Diesel Euro 0
Diesel Euro 1
Diesel Euro 2
Diesel Euro 3
Commerciali nuovi (N1, N2)
Metano - Euro 6
GPL - Euro 6
Ibridi (full hybrid o plug-in) - Euro 6
Elettrici
3.000-7.000 euro x GPL
Euro 6

4.000-8.000 euro x metano
Euro 6

Ibridi (full hybrid o plug-in)
Euro 6

6.000-10.000 euro x Elettrici
Micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità locale in Veneto 31 dicembre 2018

Incentivi per auto e veicoli commerciali

Come si può ben vedere nel nostro schema le Regioni più attive sul fronte degli incentivi alla rottamazione auto sono Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia e Lombardia , con fondi - sempre limitati - stanziati alla bisogna per i loro residenti. Nel caso dell’Emilia-Romagna gli incentivi per 3,85 milioni di euro sono riservati solo alle micro, piccole e medie imprese per la sostituzione dei vecchi veicoli commerciali leggeri (N1 e N2), mentre negli altri casi anche i privati cittadini possono beneficiare dell’incentivo.

Alcune regioni rinnovano annualmente gli incentivi, come ad esempio il Veneto che ha posto termine alle richieste dei privati il 31 luglio scorso o il Piemonte che ne ha appena deliberati di nuovi per le imprese, per cui consigliamo di consultare spesso i siti regionali che riportano bandi e contributi.