Tutto nasce da un post su Instagram di Andrea. Si, parliamo del freno a mano, e di quel romanticismo legato alla leva meccanica ancora presente.

Definizione: dicesi freno di stazionamento - o freno a mano - il freno presente sugli autoveicoli che permette di bloccare il veicolo durante le soste, o quando si effettuano partenze in salita. Definizione per Andrea: il freno a mano può essere strumento per ricordi romantici, nostalgici, rallystici. Come? Beh, lo sapete no? 

Momenti storici

E' da questa riflessione che inizia la Dritta di Andrea di oggi. Anzi, da un post che il nostro prode, sul proprio profilo Instagram (Seguitelo qui) ha deciso di condividere. Un post comico certo, riguardante proprio questo passaggio storico che oramai stiamo vivendo in maniera quasi scontata: i passaggio dai freni a mano tradizionali, a quelli elettro attuati. 

Sono in mezzo a noi

Ecco, quest'oggi parleremo di freni a mani, con quel tocco di romanticismo che non guasta mai, ma senza dover rimurginare nel passato. Cominciamo però da un assunto: nei rally e nelle competizioni sportive di vetture derivate dalla serie, il freno a mano manuale viene sfruttato per obbligare un comportamento sovrasterzante dell'auto e, di conseguenza, stringere al massimo le curve a gomito, facendola slittare sulle ruote posteriori.

 



Tale manovra è in ogni caso sconsigliata, e proibita dal codice della strada, al di fuori delle competizioni. Un ulteriore utilizzo del freno di stazionamento lo si può trovare nel cosiddetto "drifting". Ecco, esistono ancora oggi auto odierne, che possiedono il freno a mano tradizionale. Quali? Beh, non vi resta che seguire Le Dritte di Andrea