La spyder del 1997, fonte di ispirazione per la Z8, porta la firma di Chris Bangle e Henrik Fisker

Cosa succede quando due visionari designer lavorano insieme alla stessa vettura? Che il risultato è senza mezzi termini un capolavoro. A dimostrarlo c’è l’esempio della BMW Z07 Concept, una proposta di stile lanciata nel 1997 che porta la firma di Chris Bangle e Henrik Fisker, “matite” fra le più apprezzate, discusse e celebrate degli anni ’90 e ’00.

Bangle ha diretto il Centro Stile della casa tedesca fra il 1992 e il 2009, rinnovando completamente lo stile dei suoi modelli, mentre Fisker (alla BMW dal 1989 al 2001) ha messo a punto lo stile esterno della Z07 Concept, prima di diventare famoso per l’Aston Martin V8 Vantage e la Fisker Karma.

BMW Z07 Concept (1997)

Come si reinterpreta un classico

 La Z07 Concept ha fatto il suo esordio al Salone di Tokyo del 1997, e fin dal principio fu evidente che un simile capolavoro non sarebbe rimasto una “semplice” proposta di stile. Con questa vettura, infatti, Bangle e Fisker hanno reinterpretato in forma moderna il “copione” della spyder secondo BMW, ispirandosi alla mitica 507 del 1952.

Il cofano anteriore è lunghissimo e levigato, la gobba dietro al sedile del guidatore (ha una funzione aerodinamica) richiama le auto da corsa degli anni ’50 e le sottili luci posteriori danno un bel tocco di modernità all’insieme, senza però tradire lo spirito dell’antenata. Particolarmente azzeccati sono pure i fari tondi incastonati nelle griglie anteriori, sottili e allungate come nella 507.

Due anni per farla entrare in vendita

La Z07 Concept ha un look ispirato alla tradizione anche all’interno, sebbene in questo caso le somiglianze con la 507 siano meno accentuate: non ci sono ad esempio i tre strumenti circolari dietro al volante, perché nella Z07 Concept il contagiri e il tachimetro sono spostati al centro della plancia.

Restano però il bel volante a quattro razze e la fascia centrale in tinta con la carrozzeria, impreziosita sulla concept car da rivestimenti in pelle rossa abbinati ai sedili e alle portiere. La Z07 Concept è stata aggiornata all’inizio del 1998, quando al Salone di Detroit venne mostrata con il tetto rigido. A quel punto però il suo destino era già tracciato: dal prototipo è stata ricavata la BMW Z8, venduta in quasi 6.000 esemplari dal 2000 al 2003.

Fotogallery: BMW Z07 Concept (1997)