Mazda lavora su vari fronti, fra cui motori a pistoni che vanno a biocarburanti ricavati dalle microalghe

Ormai è chiaro, il 2050 è l'anno della svolta: moltissime case auto hanno messo la X sul calendario per diventare Carbon NeutralMazda sta puntando sull'elettrificazione (come le altre case auto), ma sta anche sviluppando nuovi motori a combustione interna capaci di lavorare con biocarburanti ricavati dalla crescita di microalghe.

E non si parla solo di motori a tre o quattro cilindri, ma addirittura dei sei cilindri in linea a trazione posteriore della Mazda6. Insomma, secondo Mazda, bielle e pistoni hanno ancora qualche asso nella manica e possono dire la loro.

Più strade da seguire

L'impegno nel ridurre le emissioni di CO2, con l'obiettivo della neutralità climatica, prende molte strade nella Casa nipponica, a partire dal motore e-SkyActiv X (il "benzina che lavora come un diesel", per farla semplice) e nelle svolte future che vedrà l'elettrificazione andare di pari passo con lo sviluppo di nuove tecnologie avanzate per i motori a combustione interna - arrivando all'introduzione, come detto poco sopra, di un nuovo sei cilindri in linea.

In molte regioni, Mazda sta investendo in vari progetti e partnership per promuovere non solo l'elettrificazione, ma anche lo sviluppo e il consumo di combustibili rinnovabili per le auto: la ricerca sui biocarburanti ricavati dalla crescita di microalghe, ad esempio, è attualmente in corso in Giappone come studio congiunto fra industria, università e governo. Proprio a febbraio 2021 Mazda è stata la prima Casa auto ad entrare a far parte della eFuel Alliance.

Al contempo, l'elettrificazione completa rimane una strada da percorrere, e per la Casa nipponica significa utilizzare la SkyActiv Multi-Solution Scalable Architecture (principalmente per Giappone, Europa, Stati Uniti, Cina e ASEAN), su cui si baseranno ben tredici nuovi modelli che verranno introdotti fra il 2022 e il 2025:

  • Cinque modelli ibridi (Mild e Full)
  • Cinque modelli Plug-In Hybrid
  • Tre modelli completamente elettrici

E fra l'altro, Mazda sta sviluppando una piattaforma dedicata proprio ai soli veicoli totalmente elettrici: la SkyActiv EV Scalable Architecture, che verrà utilizzata per modelli full-electric di varie dimensioni e tipologia di carrozzeria, previsti fra il 2025 e il 2030.

Società a zero incidenti

Anche la riduzione di incidenti, con l'obiettivo di eliminarli completamente, ha una certa rilevanza per la Casa nipponica: le tecnologie di sicurezza più avanzate in merito alla guida autonoma incentrata sull'essere umano verranno introdotte con il "Mazda Co-Pilot Concept" a partire dal 2022, inizialmente in versione 1.0 sui modelli di maggiori dimensioni.

Con il Co-Pilot Concept, Mazda intende permettere al sistema di monitorare le condizioni del conducente in ogni momento: se viene rilevato un improvviso cambiamento nelle condizioni fisiche di chi guida, l'auto passa alla guida autonoma portando l'auto in un luogo sicuro, fermandola ed effettuando una chiamata di emergenza.

Infine, insieme ad altri cinque produttori giapponesi, fra i piani di Mazda c'è anche lo sviluppo di specifiche progettuali comuni per i dispositivi di comunicazione di bordo di prossima generazione, al fine di arrivare ad una "standardizzazione" dell'interconnessione veicolo-veicolo aumentando notevolmente la sicurezza diffusa sulle strade.

Fotogallery: Mazda Skyactiv X