Dai semplici box in materiale isolante ai mini-frigoriferi elettrici che possono anche scaldare, come trovare la soluzione migliore

Che la nostra vacanza ci porti a macinare molti km in autostrada oppure a immergerci in paesaggi naturali lontani dai centri abitati, tra gli accessori che sarà altrettanto utile avere a bordo c'è senza dubbio il mini-frigo.

Anche per chi si muove sulle grandi arterie stradali, ricche di punti di ristoro, avere in auto un contenitore con qualche bibita fresca ha i suoi vantaggi, soprattutto se si viaggia con la famiglia al completo e soste all'autogrill molto frequenti alla fine dei conti possono risultare costose.

Anche in questo settore, come di consueto, ci sono un vero universo di proposte e più tipologie di accessori, da quelli più semplici a quelli complessi e con più funzioni. Ecco qualche consiglio per orientarsi nella scelta.

Frigo da auto, tipi e caratteristiche

Box o borsa termica

Detto anche "frigo passivo" perché non ha un sistema refrigerante ma aiuta soltanto a conservare la temperatura, è il tipo più semplice, è indicato per tragitti brevi o se per qualche motivo non è possibile utilizzare una presa di corrente a bordo.

Ovviamente le bottiglie devono essere già fredde e magari accompagnate dai classici Ice Pack, i contenitori di plastica pieni d'acqua da far ghiacciare in freezer, che tolgono un po' di spazio ma mantengono il fresco più a lungo.

Attenzione, perché non è vero che uno vale l'altro. Oltre alla capienza contano anche la costruzione e i materiali, che hanno fatto passi avanti nel garantire un isolamento sempre più efficace, quindi controlliamo i requisiti dichiarati dal costruttore. come la categoria di isolamento termico. Spendere qualche euro in più può garantirci un risultato nettamente migliore, considerando che costano davvero poco.

Prezzi: la media è intorno ai 20 euro.

Frigo per auto

Frigo elettrico

Questo si collega alla presa da 12V ed è dotato di serpentine e ventilatore interno può abbassare la temperatura di 15-20° rispetto a quella esterna ed è utile quando si fanno viaggi lunghi.

Considerate però che se doveste riporre strada facendo bottiglie non già fresche, avrà bisogno di qualche ora per portarle alla temperatura adeguata. I più sofisticati hanno il sistema di refrigerazione sul fondo e non attaccato al coperchio, in questo modo conservano meglio la temperatura anche quando vengono aperti.

Non tutte le auto sono dotate di presa di corrente nel bagagliaio, per questo motivo i frigo hanno cavi piuttosto lunghi che possono essere fatti passare tra seduta e schienale, tra gli schienali frazionati o addirittura sotto la seduta se c'è spazio (attenzione a non pizzicarli) in modo da raggiungere la presa di corrente posteriore o addirittura quella anteriore se necessario, senza dar troppo fastidio.

Prezzi: tra i 60 e gli 80 euro, si aggirano, a seconda di capienza e caratteristiche.

Frigo per auto

Frigo-riscaldatore elettrico

Siamo al top dell'offerta: questo tipo di accessori ha un sistema di controllo della temperatura più accurato, modalità risparmio energetico e può essere usato anche per mantenere caldi o tiepidi alcuni cibi. Per questo, è indicato per chi fa del campeggio fai da te non soltanto in estate ma non ha un mezzo camperizzato dotato di un proprio frigorifero.

Prezzi: da 100 a 150 euro circa.

Frigo per auto
Frigo per auto

Qualche consiglio

Oltre a sceglierlo bene, ricordiamoci di fare il possibile per aiutare il nostro frigo a funzionare nel modo migliore, ricordando qualche regola

  • Se possibile, teniamolo nel bagagliaio (qui la nostra guida al caricamento ottimale) e non nell'abitacolo, dove possa essere colpito dal sole diretto
  • Non teniamolo aperto inutilmente, prendiamo la bottiglia e richiudiamolo subito, il freddo come il calore si disperde velocemente e ripristinarlo richiede tempo
  • Se c'è spazio, conserviamo anche i bicchieri di plastica al suo interno, se la temperatura non è bassissima aiuteranno a non riscaldare troppo in fretta la bevanda
  • Cerchiamo di caricare sempre bottiglie già fredde, anche se il frigo è elettrico sarà più efficace
  • Le bottiglie di plastica sono più pratiche, sottili e meno ingombranti rispetto alla loro capienza e meno pericolose in caso di rottura e quindi sono preferite, ma considerate che quelle di vetro e le lattine di alluminio conservano meglio la temperatura.
  • Attenzione a quando ci fermiamo: molti modelli hanno impianti elettrici che si disattivano spegnendo il quadro ed estraendo la chiave, quindi bisogna calcolare che da quel momento il frigo sarà senza corrente e potrà contare soltanto sul suo isolamento, ma in ogni caso basterà meno di mezz'ora di sosta per vanificare 2 ore di refrigerazione in marcia.
  • Se invece la presa di corrente resta attiva anche a motore spento, ricordatevi di staccare il connettore dalla presa o rischierete lo scaricamento della batteria. Altrimenti, se la soste è brevissima e qualcuno resta in auto, meglio lasciare il motore acceso
  • Alcuni modelli hanno anche un trasformatore per collegarli alla presa di corrente domestica, per altri è disponibile come accessorio ed è consigliabile acquistarlo. Permette di usare il box come minibar e non rubare spazio nel frigo di casa, ma soprattutto permette di pre-raffreddarlo prima di un viaggio per caricarlo in auto già in temperatura. 

Fotogallery: Frigo per auto, quali sono