Volvo compie un altro passo per diventare un costruttore climaticamente neutro entro il 2050. Risale ad aprile la scelta del Gruppo di collaborare con SSAB, azienda svedese impegnata nella trasformazione delle materie prime, per portare l’acciaio prodotto senza combustibili fossili nel mercato dell’auto.

Oggi si vedono i frutti di questa collaborazione. SSAB ha appena consegnato il primo acciaio fossil free alla Casa per consentirle di costruire alcune concept di prova già quest’anno, sperando di iniziare la produzione su scala nel 2022 e di arrivare a quella di massa nei prossimi anni.

Giù le emissioni

La tecnologia usata dalla società scandinava si basa sulla sostituzione del carbone e del coke petrolifero con l’elettricità e l’idrogeno verde. Il risultato punta a ridurre l’impatto climatico dell’industria siderurgica e a fare da esempio a tutte le altre aziende del settore.

Volvo e SSAB per l'acciaio fossil free

Si stima infatti che circa il 7% delle emissioni derivino proprio dalla produzione di acciaio. L’obiettivo di Volvo è eliminare il 35% della CO2 dalla costruzione di auto a combustione e il 20% da quella delle vetture elettriche. SSAB, invece, mira a diminuire la propria impronta ambientale del 10% in Svezia e del 7% in Finlandia.

Tutti per uno

Per produrre l’acciaio fossil free, la società svedese ha dato vita, nel 2016, a un’alleanza con altre due aziende: LKAB e Vattenfall. L’iniziativa si chiama HYBRIT e ha come base operativa un impianto a Luleå, in Svezia. I piani prevedono di arrivare alla produzione di scala e di vendere grandi quantità di acciaio fossil free a partire dal 2026.

Volvo e SSAB per l'acciaio fossil free

Intanto, altri costruttori progettano già le auto elettriche climaticamente neutre. Polestar, per esempio, punta a raggiungere questo obiettivo nel 2030, mentre Fisker vuole anticipare i tempi e ha messo nel mirino il 2027.

Acciaio fossil free per le Volvo di domani

Nel presentare la collaborazione, Håkan Samuelsson, ceo di Volvo, ha detto:

"Continuiamo a ridurre la nostra impronta di carbonio e sappiamo che l'acciaio è un'importante area per ulteriori progressi. La collaborazione con SSAB sullo sviluppo dell'acciaio fossil free può abbassare in maniera significativa le emissioni della nostra catena produttiva."

Volvo e SSAB per l'acciaio fossil free
Håkan Samuelsson

Così commenta invece l'iniziativa Martin Lindqvist, presidente e ceo di SSAB:

"Stiamo realizzando una catena di valore completamente fossil free fino al consumatore finale. La nostra tecnologia è una svolta, non ha praticamente alcuna impronta di carbonio e servirà ad aumentare la competitività dei nostri clienti. Assieme a Volvo vogliamo sviluppare un acciaio fossil free per le auto del futuro."

Fotogallery: Volvo e SSAB per l'acciaio fossil free