Il disegno di legge per le modifiche al Codice della strada (Cds) e sulla sicurezza stradale è stato discusso e approvato alla Camera. Il testo si prepara quindi a sbarcare in Senato nelle prossime settimane, per il via libera definitivo.

Potrebbero quindi esserci altri aggiornamenti o emendamenti. Ma, coi numeri sui quali conta la maggioranza, è facile che - a meno di sorprese - le novità volute e promosse dal ministro Matteo Salvini rimarranno dove sono. Vediamo quali sono i cambiamenti del nuovo Codice della strada.

Alcool e droghe

Nel nuovo Codice della strada si prevede un rafforzamento delle misure di contrasto alla guida sotto l’effetto di alcol e droghe, introducendo il divieto assoluto di assumere alcolici (per due o tre anni a seconda del reato) per i conducenti già condannati per reati specifici. È introdotto inoltre l’obbligo di installazione del sistema alcolock, collegato al motore, che ne impedisce l’avvio se il tasso alcolemico è superiore allo zero.

Per quest'ultimo punto l'Italia non fa altro che seguire quanto già imposto dall'Unione europea, che - dal luglio 2022 - obbliga tutte le auto di nuova omologazione a predisporne l’installazione. 

Inoltre chiunque verrà sorpreso guidare dopo l'assunzione di droghe, al di là dello stato di alterazione psico-fisica, si vedrà ritirare la patente e non potrà conseguirla nuovamente prima di tre anni. 

Autovelox

Gli autovelox "selvaggi" saranno aboliti. Col nuovo Codice della strada cambieranno le regole: uniformità per approvazione e omologazione dei dispositivi, così da ridurre discrepanze su vari tipi di strade, che potranno essere installati:

  • su strade ad alto tasso di incidentalità
  • dove il limite di velocità non sia inferiore di oltre 20 km/h rispetto al normale (per esempio, sulle strade extraurbane principali, dove è il limite è di 110 km/h, il dispositivo potrà essere utilizzato solo se il limite di velocità è fissato ad almeno 90 km/h), mentre in città non sarà possibile sanzionare per limiti di velocità inferiori a 50 km/h, essendo necessaria la contestazione immediata
  • su strade extraurbane deve intercorrere una distanza di almeno 1 km tra il segnale che impone il limite di velocità e il dispositivo

In caso di più violazioni nella stessa ora e su una strada di competenza di uno stesso ente, non si applicherà più il cumulo delle sanzioni, ma la sanzione della violazione più grave aumentata di un terzo.

 

Limiti di velocità

Pene più severe le sanzioni per chiunque superi i limiti di velocità: oltre alla multa, il nuovo Codice della strada prevede la sospensione della patente per:

  • 7 giorni se si hanno tra i 10 e i 19 punti
  • 15 giorni se si hanno tra 1 e 9 punti

Anche guida contromano, senza cintura, mancato rispetto della precedenza e assenza di seggiolini o dispositivi anti abbandono comporteranno la sospensione della patente unita alla decurtazione dei punti.  

Monopattini, biciclette & co.

Protagonisti della mobilità cittadina post Covid, i monopattini elettrici saranno regolamentati dal nuovo Codice della strada. Verrà introdotto l’obbligo di indossare il casco e dotarsi di targa e assicurazione. Per i veicoli appartenenti alle flotte di sharing è previsto un sistema di geofencing che ne inibirà il funzionamento al di fuori delle aree consentite. Praticamente un'evoluzione di quanto succede già ora: i monopattini elettrici in condivisione montano infatti un geolocalizzatore che ne limita la velocità a 6 km/h nelle zone pedonali.

Sui marciapiede non si potranno né utilizzare, se non condotti a mano, né parcheggiare, a meno che non siano presenti apposite aree di sosta. Di seguito le multe per i trasgressori:

  • Monopattini elettrici, le multe
    • Da 100 e 400 euro per circolazione senza targa o assicurazione e per mancata comunicazione della variazione di residenza o di sede del proprietario 
    • Da 200 a 800 euro per circolazione su monopattino senza indicatori luminosi di svolta e freni su entrambe le ruote

Vengono considerati anche biciclette e ciclisti: nuova disciplina per il sorpasso, lasciando almeno 1,5 metri di distanza quando si effettua la manovra, e ampliamento del novero delle strade adatte alla realizzazione di piste ciclabili. 

Seat eXS

Patente e neopatentati

I recenti fatti di cronaca hanno riportato l'attenzione sui neopatentati e sui limiti a loro imposti. A livello di auto che si possono o non si possono guidare, il nuovo Codice della strada rivede il vincolo del rapporto massimo fra potenza e tara del veicolo, che passa da 55 a 75 kW/t e da 70 a 105 kW (quindi da 95 a 142 CV), mentre per auto elettriche e plug-in il limite sale a 65 kW/t. Il divieto di guidare vetture con parametri oltre queste soglie sale da 1 a 3 anni.

Un altro aggiornamento prevede l'impossibilità di ottenere la patente prima dei 24 anni per tutti i minori di 21 anni sorpresi alla guida senza patente e sotto effetto di sostanze psicotrope. 

I più giovani potranno invece guadagnare due punti nel caso in cui frequentino corsi extracurricolari, organizzati da scuole secondarie, sulla sicurezza stradale. 

Safety car

In caso di incidenti gravi in autostrada o di presenza di cantieri è previsto l'ingresso di un veicolo delle Forze dell'ordine - denominato safety car, come in Formula 1 - con il compito di rallentare la circolazione ed evitare sinistri. 

Sosta vietata

La stretta del nuovo codice della strada prevede un inasprimento delle sanzioni per sosta selvaggia (di auto, monopattini e non solo). In particolare:

  • Sosta in stalli per disabili:
    • tra 165 e 660 per ciclomotori e veicoli a due ruote
    • tra 330 e 990 per gli altri veicoli
  • Sosta in corsie riservate ai mezzi pubblici
    • tra 87 e 328 euro per ciclomotori e veicoli a due ruote
    • tra 165 e 660 euro per tutti gli altri veicoli

Salvini mira anche a rivedere le norme per le zone a traffico limitato "che dovranno essere usate con il criterio del massimo buon senso" si legge nella nota del Ministero. Infine viene chiesta maggior chiarezza sull'uso e sull'uniformità di funzionamento e manutenzione. 

Telefono alla guida

Forse uno degli aggiornamenti al Codice della strada più attesi: l'uso dello smartphone mentre si è alla guida. Le novità prevedono multe più salate e sospensione della patente secondo questo schema:

  • Uso del cellulare alla guida:
    • da 422 a 1.697 euro + sospensione patente da 15 giorni a 2 mesi (oggi si va da 165 a 660 euro) per la prima infrazione
    • da 644 a 2.588 euro + sospensione patente da 1 a 3 mesi + decurtazione 10 punti

Nel caso in cui si causi un incidente, i giorni di sospensione verranno raddoppiati.

Stretta all'abbandono di animali

Aumenta di un terzo la pena di chi abbandona animali (pari a 1 anno di arresto, con ammenda da 1.000 a 10.000 euro) se “il fatto (...) avviene su strada o nelle relative pertinenze”.

Se, però, l’abbandono provoca poi un incidente stradale che causa la morte o le lesioni personali di una o più persone, si applicano le pene previste per omicidio stradale e lesioni personali, pari a:

  • reclusione da 2 a 7 anni per l’omicidio stradale
  • reclusione da 3 mesi a 1 anno per le lesioni personali gravi
  • reclusione da 1 a 3 anni per le lesioni personali gravissime