Jump to content

betullo

Iscritti
  • Content Count

    1.207
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutral

1 Follower

About betullo

  • Rank
    Senior

Previous Fields

  • Provincia
    Modena
  • Auto Posseduta
    panda
  • Età
    46-60

Recent Profile Visitors

12.650 profile views
  1. Si, è normale che l'errore rimanga memorizzato altrimenti il meccanico non potrebbe sapere cos'è successo. In questo caso glielo dici tu perché sei dotato di lettore OBD ma nel caso generico il cliente va dal meccanico con la spia accesa e senza sapere qual'è il codice dell'errore. Quindi è giusto che l'errore e la spia rimangano accesi anche quando passi a benzina. Si può spegnere anche senza OBD ma bisognerebbe percorrere centinaia di km solo a benzina. Nella mia vecchia Toyota servivano quasi 500 km per farla spegnere. Ovviamente 500 km senza il ripetersi dell'errore. Usa tranquillamente l'auto che non fai nessun danno. Anzi è importante accertarsi che il problema a benzina non ci sia, così sei sicuro al 100% che è lato GPL. Se vuoi provare a ripararla da solo qui c'è una guida. https://www.youtube.com/watch?v=ufJY9WvXAcU Lui spiega anche come fare la pulizia ma se non hai voglia di sbatterti li sostituisci e basta.
  2. @Cordy ha ragione, ci sono stati molti casi di catene problematiche in varie marche. Queste però vanno catalogate nei difetti di progettazione che possono capitare su qualunque componente. Ciò che i costruttori promettono è che la catena duri tanto quanto il motore, senza manutenzione alcuna. Quindi è presumibile pensare che nel 98% dei casi sia così. Il pregio della cinghia invece è la minore rumorosità rispetto alla catena.
  3. Gli errori rimangono memorizzati in memoria. Se vai solo a benzina probabilmente non si accenderanno più (e questo è un bene). Poi passando a GPL si riaccenderanno di nuovo, in questo caso dovrai sostituire gli iniettori del GPL. Mediamente gli iniettori di quell'epoca vanno sostituiti ogni 100 mila km quindi è molto probabile che il problema sia quello. Negli impianti più recenti invece gli iniettori durano di più.
  4. Se parli di auto usate ci sono i motori Fire di vecchia generazione (erano famosi per questo). Gli ultimi Fire invece erano stati evoluti (variatore di fase, minori consumi etc..) quindi se rompi la distribuzione rompi anche le valvole, come avviene in tutte le auto. Sui nuovissimi motori Firefly invece hanno messo la catena silenziosa, che non si deve mai sostituire e a dire dell'azienda è silenziosa quasi come una cinghia.
  5. Guarda dove la parcheggi la sera se ci sono zero chiazze per terra, poi ricontrolli la mattina prima di partire. Una perdita in una tubatura di gomma o in una fascetta è un problema frequente, specie negli impianti GPL che hanno un circuito di raffreddamento più lungo (deve passare anche dal riduttore di pressione). Potrebbe essere anche il radiatore se ha preso qualche sassata. E' una Panda EasyPower o hanno montato un impianto in aftermarket?
  6. Le rinnovabili sono di tanti tipi e sicuramente danno un contributo positivo e quantitativamente rilevante. Mi da fastidio solo quando si esagera con le speculazioni e si creano degli ecomostri. Ad esempio i pannelli solari secondo me vanno messi sopra i capannoni o in altri luoghi già brutti di suo. Mi da fastidio quando li vedo installati nei prati e deturpano tutta la visuale.
  7. No perché il carbonio per produrre i carburanti sintetici non è fossile, viene sottratto all'atmosfera. Poi ci ritorna nel momento in cui lo bruci.
  8. Miscela troppo grassa (system too rich) è un errore di poca importanza. Se il motore gira bene puoi continuare ad usarla senza timori ma probabilmente gli iniettori del GPL cominciano ad essere fiacchi. Quando la molla interna all'iniettore diventa lenta a chiudere, l'iniettore lascia uscire troppo gas. Questo ti farà sballare i parametri autoadattativi della centralina quindi comincerà a funzionare male, specialmente durante l'avviamento a benzina. Consumerà anche di più. Per risolvere il problema occorre sostituire gli iniettori del GPL. Alla revisione decennale sostituiscono la bombola, non gli iniettori. Quelli li puoi sostituire anche da solo, è molto facile sostituire i Landi Med se sono montati in una posizione ben raggiungibile. Prima però vedi come va. Se continua a funzionare bene e non aumentano i consumi non c'è bisogno che sostituisci nulla.
  9. Il mondo dei carburanti sintetici al momento sembra orientato sull'utilizzo di carbonio, non di azoto o altri elementi. Non dico che abbiano per forza ragione ma visti i colossi che ci sono dietro penso che avranno valutato un po' tutte le opzioni. Attualmente i carburanti sintetici costano 8 volte la benzina ma con una produzione di vasta scala stimano che costerebbero il doppio rispetto alla benzina. Si parla sempre di costo al netto delle tasse. Non è un prezzo basso ma rispetto ad altre soluzioni risulterebbe conveniente in moltissimi casi, ad esempio tutti quelli che percorrono 10 mila km all'anno o poco più.
  10. betullo

    Impianto Prins su ID

    @Moscerino anche il Prins è gassoso. L'unica cosa che cambia è che hanno ridotto il contributo benzina dal 20 all'8% ma per compensare hanno dovuto aggiungere un lubrificatore per le valvole (che ha un suo serbatoio separato e una sua pompa per iniettare quel liquido). Il liquido ho visto che costa 40 Euro al litro e dichiarano che copra circa 10 pieni di GPL.
  11. betullo

    Impianto Prins su ID

    E' buono solo se poi non si bruciano le valvole. Oltre al contributo benzina (che è dell'8%, non 5%) hanno aggiunto un sistema di lubrificazione delle valvole che inietta tramite una apposita pompa: quindi dovrai sempre addizionare un liquido "Valve Care" per fare in modo che non si rovinino le sedi valvole. E' un sistema molto contorto, se si rompe la pompa non so nemmeno se te lo segnala. Non caso non te lo segnali probabilmente distruggi il motore in brevissimo tempo. Penso sia più comodo e sicuro il contributo benzina del 20%. Forse non c'è nemmeno tanta differenza nei costi visto che questo liquido "Valve Care" ha prezzi altissimi.
  12. L'auto ibrida non ha senso per chi fa pochi km. Se poi è plugin (batterie enormi) non solo non ha senso economico ma crea anche un danno ecologico: produciamo grosse batterie che poi non vengono sfruttate. Un pensionato che fa 5 km al mese per andare dal medico e 10 km per andare a fare la spesa non ha senso che acquisti un auto ibrida o elettrica. L'errore più grave dei nostri politici è quello di obbligare tutte le categorie di automobilisti a comprare la stessa cosa. E' un errore che va avanti da decenni. Hanno messo fuori legge le piccole utilitarie come la 600 e la Matiz, il risultato è che oggi si viaggia in scooter o auto senza patente (meno sicuri) oppure in auto più ingombranti (che sono più inquinanti e hanno una capacità di uccidere più alta rispetto a una Matiz). Lo stesso errore lo stanno ripetendo con le auto ibride ed elettriche. Abbiamo dei politici pressapochisti, ignoranti e probabilmente anche poco intelligenti.
  13. Con rapporto di compressione secondo me si riferiscono sempre alla corsa del pistone. In un normale motore a ciclo Otto la compressione sarebbe quella indicata, ma oggigiorno i motori sono spesso a ciclo Miller. Nel ciclo Miller le valvole di scarico rimangono aperte anche quando il pistone comincia a risalire, si chiudono in ritardo rispetto alla risalita del pistone. Quindi il pistone comincia a salire ma non comprime nulla. Quando la valvola si chiude il pistone comincia a comprimera ma quel punto ha già percorso un 15% della risalita e comprime solo per il restante 85%. Con il cilindro a corsa lunga hai il vantaggio che quando lo scoppio spinge il pistone verso il basso puoi sfruttare la spinta per qualche centimentro in più prima che la biella lo fermi e lo ritiri su. E' una soluzione di efficienza energetica. Anche il nuovo motore della Panda/500/Ypsilon funziona con il ciclo Miller, quindi puoi immaginarti un motore Ferrari...
  14. Siccome l'hai già sostituita secondo me devi fare il collaudo alla vecchia maniera. Con la nuova legge avrebbero fatto tutto nell'officina autorizzata, di sicuro non puoi essere tu a firmare le certificazioni visto che non hai nessuna qualifica.
  15. Ti danno una mano e tu subito vuoi prenderti un braccio? Io mi accontento che non si debba più perdere una giornata per andare a fare il collaudo dell'impianto a gas o della bombola. Era una cosa che si attendeva da 10 anni. Finalmente è arrivata! Spero che proseguano nella riduzione della burocrazia inutile, che ce n'è ancora tanta.
×
×
  • Create New...