Jump to content
Accedi per seguire questo  
Cordy

Citroen Xsara Picasso 1.6 8V 70 kW

Post consigliati

Ho appena comprato l'auto in questione, un veicolo abbastanza vetusto ed usato da poterlo pagare poco più di 1.000 euro, per lasciarlo senza troppi patemi d'animo parcheggiato in strada.

16 anni (è di luglio 2004) e 177.125 km all'acquisto, sabato scorso. Revisione appena fatta, gomme in ordine (delle ottime Michelin 4 stagioni), batteria buona. Qualche inevitabile graffio sulla carrozzeria, un fanalino posteriore rotto (me lo sono già cambiato con 25 euro, facendo visita al locale demolitore, con cui temo che aprirò un conto...), il paraurti posteriore un po' storto, ma per il resto ancora decente: ho la sensazione che le francesi di quegli anni usassero vernici migliori della media.

Faccio 3.000 km all'anno di media e conto di cambiarla al massimo nel giro di 3-4 anni, dovrebbe andar bene, no?

Mi sono cambiato le lampadine del cruscotto digitale (su 8 ne funzionava 1... era un po' difficile da leggere!:D), il filtro abitacolo (in era covid19, non si sa mai...) ed i tergi, che erano di pietra, non di gomma! Farò controllare l'assetto, cambiare olio e filtri e conto di usarla così com'è, se non darà problemi particolari. Come suol dirsi: fin che ce n'è un pezzo!

Detto questo, come va? Beh, il motore ha 100 CV, per un corpo vettura piuttosto voluminoso e che a secco è quasi 13 quintali. Si muove, rimanendo ancora abbastanza silenziosa, per i suoi anni. Le sospensioni hanno una taratura molto citroen, cioè sono piuttosto soffici, ma senza reazioni strane.

L'interno è particolarmente spazioso e dotato di mille accorgimenti per rendere la vita a bordo abbastanza comoda. Il clima è automatico (ero abituato al bizona, ma vabbé...). All''interno  ci sono mille scomparti per "infrattare" tutto quello che ci portiamo dietro, a volte senza che la cosa abbia un vero senso. I sedili posteriori sono 3 distinti, il centrale può avanzare (non c'è tunnel, quindi lo spazio è molto buono) o se ne può ribaltare lo schienale, per aver un comodo appoggia braccia centrale, con tanto di porta bicchieri. Inoltre si possono ribaltare completamente oppure levare del tutto, a piacere: diventa un piccolo furgone. I sedili anteriori dietro hanno un tavolinetto in stile aereo di linea. La plancia anteriore è molto lontana, ma dotata di due porta oggetti a vista, con al di sotto, sul tunnel e dal lato del passeggero, ampi porta oggetti. Sotto al sedile del passeggero, c'è un cassetto, per riporre il manuale di uso e manutenzione. Si: ce l'ho, il precedente proprietario è stato così gentile da lasciarmelo, con tutta la storia di manutenzione dell'auto. Per dire, la frizione non dovrebbe avere più di 20-30.000 km.

La cosa più costosa, alla fine, è il passaggio di proprietà: su un'auto da 1.100 euro, mi è costato 500. Carissimo (letteralmente) stato italiano!

Unica cosa a cui dovrò abituarmi un po' è il consumo. Ha il computer di bordo, ma, abituato ai consumi di una Yaris ibrida, vedere una media di 6-8 litri per 100 km, mi fa una certa impressione!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti che un'auto usata paghi la stessa ipt di un'auto nuova non ha molto senso ...

Una volta poi pagava pure di più perché sul nuovo era fissa e corrispondente al solo importo base (151 €, aumentabile fino all 30% dalla provincia)

 

Certo se la mettessero sul valore di vendita poi questo verrebbe spesso artificiosamente ridotto con il risultato di produrre pure del nero

Però potrebbero ridurlo proporzionalmente con l'età, tipo il superbollo

Sempre che non sia un modo (oltre ovviamente che per fare cassa) per disincentivare l'acquisto di auto più datate e meno ecologiche ...

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
il 24/11/2020 at 15:38, Marcord ha scritto:

Sempre che non sia un modo (oltre ovviamente che per fare cassa) per disincentivare l'acquisto di auto più datate e meno ecologiche ...

Mah, temo proprio che abbiano ragionato proprio così, però nel mondo reale non funziona così.

Onestamente, al precedente proprietario, con gli attuali incentivi alla rottamazione, non è certo convenuto, vendere l'auto per 500 euro. Lo ha fatto perché non aveva i soldi per prendersene una nuova ed ecologica. E con l'usato, gli incentivi non ci sono, mentre le tasse si, tutte quante.

Non è, insomma, che io ed il precedente proprietario inquiniamo ed andiamo in giro su auto usate (nel mio caso, MOLTO usate!), per diletto. Se potessimo, ci saremmo comprati una bella ibrida od elettrica nuova. Ma i soldi disponibili sono quelli che sono... se, invece di continuare a disincentivare qualcosa tassandolo, si lasciassero in tasca più soldi agli italiani?:rolleyes: Insomma: votate "Cordy for President"!!!:D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Potrebbero fare dei "mini incentivi" per chi rottama un'auto per comprarne un'altra sempre usata, ma più ecologica 

Per esempio abbattendo appunto l'ipt ...

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao

per il prezzo pagato e per la strada che devi percorreci direi che va più che bene, io non toccerei nulla se non olio e filtro, magari vedere se la cinghia distribuzione è stravecchia...3000km anno per 4 anni fa 12000 km...non farei proprio nulla che non sia strettamente necessario come i freni.

lasciamo perdere il discorso ipt e menate varie, è sempre solo stato un modo per tirare su soldi...ci andrebbe una tariffa flat, come in altri Paesi. In fondo dovrebbe essere una tassa tipo marca da bollo per pagare le spese di trascrizione del PRA, come per la carta d'identità e il passaporto, più volendo la tariffa dell'ufficio privato a cui ti rivolgi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per la solidarietà, per l'esosità dello stato italiano e per la condivisione delle mie scelte.:)

Aggiorno brevemente, dopo il primo pieno (ok, il secondo, ovviamente...), con il dato di consumo "alla pompa": 12,4 km/litro. Considerando i 13 quintali a secco, la dimensione (specie in altezza) non ridotta, il fatto che parliamo di un "preistorico" 1.600 ad 8 valvole, con quasi 17 anni ed oltre 177.000 km sul groppone, non mi sembra male. Certo: ero abituato a consumare almeno la metà (Yaris ibrida), ma non si può avere tutto nella vita...

Peraltro, dei 400 e passa km percorsi, almeno la metà sono stati fatti in città, per piccole commissioni e tragitti brevissimi, con freddo intenso ed anche, per un po', neve molto abbondante. Il motore, insomma, fa il suo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

direi che per 3000 km l'anno il consumo carburante è il minore dei costi di un'auto, prima vengolo svalutazione ( di una nuova, paradossalmente puoi rivendere la tua funzionante alla cifra a cui l'hai comprata), bollo e assicurazione. Se veramente consuma il doppio della yaris sono 15€ al mese in più di carburante...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo, con le mie percorrenze, potrei permettermi un V12!:D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Accedi per seguire questo  

×
×
  • Create New...