Kia Optima GT, la wagon coreana si fa sportiva

Non c'è scritto da nessuna parte che un padre di famiglia debba rinunciare al piacere della guida, o, meglio, al piacere della guida sportiva. Ed è qui che entra in gioco la Kia Optima GT Sportswagon: una station wagon capace di grande spazio, comfort, e prestazioni da hatchback sportiva. Ma andiamo per gradi. La Optima GT rappresenta la "terza sorella" della famiglia Optima, ovvero la nuova berlina (o station) di Kia del segmento D, che completa l'offerta insieme alla Optima Plug-in Hybrid e alla Optima Sportswagon. Un'auto importante per la Casa coreana, non tanto per i volumi di vendita, ma per l'immagine del Brand che forse, fino a pochi anni fa, non si sarebbe addentrata nel territorio delle auto sportive. Un ottimo segnale dunque, che lascia intendere che questo è solamente l'inizio.


Com'è


La Kia Optima GT mantiene le qualità di station wagon comoda e dinamica che abbiamo avuto modo di apprezzare sulla Sportswagon a gasolio, mostrando però qualche muscolo in più e una discreta cavalleria. Lunga quasi 4,9 metri, larga 1,86 e con un bagagliaio da 552 litri, la GT ha spazio in abbondanza, grazie anche ad un passo di ben 2,8 metri che garantisce ampio respiro ai passeggeri posteriori. Puntando le pupille sulla carrozzeria, però, si notano dettagli racing come i cerchi da 19", le pinze dei freni rosse, i paraurti ridisegnati e le minigonne, oltre alle targhette "GT". Un look sportivo, dunque, ma anche bilanciato: per...