Mazda 2 1.5 DE, col diesel va lontano

Mazda completa la gamma della Mazda2 con il motore turbodiesel da 1,5 litri denominato Skyactiv-D: una scelta in linea con il concetto di "Piccola Ammiraglia" che la Casa giapponese ha disegnato attorno alla vettura. O forse è meglio dire che a Hiroshima hanno concepito e sviluppato l'auto attorno a questo concetto? Di sicuro, i 105 CV del quattro cilindri a gasolio, ma soprattutto i suoi 220 Nm di coppia, allungano il "raggio d'azione" della giapponese: in termini strettamente tecnici, visto che l'autonomia si dilata, ma anche in senso lato, visto che il relax di marcia di un diesel nei lunghi viaggi difficilmente un benzina lo riesce a eguagliare; specialmente quando si tratta di cilindrate piccole. Detto questo, la fascia di mercato della Mazda2 è affollatissima: Fiat Punto, Ford Fiesta, Peugeot 208, Renault ClioVolkswagen Polo... La lista potrebbe continuare ancora a lungo. Non solo: nel segmento B la lotta sui prezzi è serratissima e la "2" non è certo la più economica; convincere i clienti non è semplicissimo, ma in Mazda sono convinti di avere le armi per farlo. Vediamo quali.


Dentro e fuori, è tutto uguale a prima


Invariata nella carrozzeria così come nell'abitacolo, la giapponese conferma la sua forte personalità. Superfici molto scolpite, calandra sporgente e posteriore "raccolto", grazie alla linea di cintura alta, sono i tratti salienti dell'esterno, mentre nell'abitacolo il design è impron...