Mercedes, il futuro ibrido è tutto da guidare

L'offensiva di Mercedes nel settore delle auto ibride è già iniziato da alcuni anni, ma la sfida dell'ibrido plug-in, quella che porterà nella gamma di Stoccarda ben dieci modelli "alla spina" entro il 2017 è appena partita. Il primo passo della Stella nel mondo delle auto PHEV è rappresentato dalla Mercedes S 500 Plug-in Hybrid, l'ammiraglia di lusso a passo lungo che debutta in questi giorni nei listini italiani con un prezzo base di 116.690 euro. Praticamente in contemporanea arriva in Italia anche la terza rappresentante della famiglia ibrida diesel di Mercedes, quella C 300 BlueTEC Hybrid che parte invece da 48.027 euro. Per provarle entrambe in anteprima sono andato all'Autodromo di Modena, dove ho incontrato anche Eugenio Blasetti, Responsabile Marketing Prodotto di Mercedes-Benz Italia che ha illustrato la strategia ibrida della Casa tedesca.


Obiettivo 2020: 99 g/km di CO2


L'obiettivo di Mercedes, indicato da Blasetti, è quello di diventare il leader mondiale nel segmento premium delle auto ibride, con un investimento in ricerca e sviluppo di 5,6 miliardi di euro che viene utilizzato al 50% per le tecnologie "green". A differenza di Lexus che punta tutto sull'ibrido, il futuro di Mercedes sarà basato sul continuo miglioramento dei motori a combustione interna e sul potenziamento dell'offerta ibrida plug-in intesa come anello di passaggio verso l'elettrica, la fuel-cell e in generale la mobilità a zero emissioni. Gi...