Ford Focus C-Max

Il 20 Ottobre si terrà ufficialmente a Roma il prelancio della nuova Ford Focus C_MAX, e per l'occasione si festeggeranno anche i 100 anni di Ford Motor Company e gli 80 anni di Ford Italia. La Focus C-MAX va ad inserirsi nel sempre più agguerrito settore delle monovolume di classe media, quello per intenderci di Megane Scenic, Zafira, Xsara Picasso e Touran.

Basata sul pianale della futura Focus, rispetto alla quale vanta tuttavia passo più lungo e carreggiata più larga, la nuova monovolume, o MAV (Multi Activity Vehicle) come amano definirla alla Ford, si basa sul prototipo Focus C-MAX Concept, presentato al Salone di Parigi nel 2002. Il consenso riservato al nome "C-MAX" dal pubblico che ha affollato lo stand Ford in occasione della manifestazione parigina, ha convinto gli uomini della casa automobilistica di Colonia a riproporlo anche sulla vettura di serie. La lettera "C" che compare nel nome indica il segmento di appartenenza del modello (il segmento C, quello delle vetture medie), ma allo stesso tempo evoca parole come Comfort, Confidenza e Controllo, che insieme racchiudono lo scopo prefissato dalla Ford nel progettare C-MAX. La parola "MAX" infine simboleggia la volontà di massimizzare queste caratteristiche. In sintesi la nuova C-MAX si vuol presentare alla clientela come una vettura versatile, capiente, adatta al tempo libero, ma che non richiede i compromessi che spesso si devono pagare su vetture della sua categoria, primo fra tutti la rinuncia alla piacevolezza di guida.

Ne è una prova il CX di 0,31, un valore molto basso per una monovolume, e ne è conferma l'adozione delle sospensioni indipendenti Control Blade, già adottate da Focus berlina, che ha tra i suoi principali punti di forza proprio la notevole tenuta di strada. La C-MAX è omologata per cinque persone, senza fornire la possibilità dei sette posti, come fanno invece alcune concorrenti. Questa scelta è stata dettata dalla constatazione che, nella maggior parte dei casi, le famiglie che acquistano le vetture multispazio di classe media sono composte da tre o quattro persone, senza contare i single che sempre più numerosi si lasciano sedurre dalla versatilità delle monovolume. E nel caso si viaggi in tre o quattro persone, la C-MAX diventa ancora più comoda, grazie al sistema Comfort Seat System (di serie su tutte le versioni), che prevede la possibilità di far scomparire il sedile posteriore centrale e di regolare le poltrone esterne sia longitudinalmente sia in diagonale verso il centro dell'abitacolo, guadagnando spazio per gambe e spalle.

Disegnata dall'italiano Claudio Messale, esternamente la Focus C-MAX rivela subito la stretta parentela con le novità recenti di casa Ford, Fiesta e Fusion in testa, mentre internamente la plancia è stata completamente rivista rispetto a quella della Focus attuale, e si caratterizza in particolare per la leva del cambio, posta al centro della plancia per lasciare libertà di movimento agli occupanti. L'abitacolo è inoltre arricchito dalla presenza di numerosi vani portaoggetti, chiusi e aperti, tra cui segnaliamo i due cassetti posti sotto al pavimento di fronte a i sedili posteriori, e l'ampio vano nel cruscotto, con capacità di 10,5 litri.

La nuova monovolume Ford sarà equipaggiata con tre nuovi motori, due turbodiesel e un benzina. Il primo turbodiesel è il Duratorq TDCi 16V da 1,6 litri. Realizzato interamente in alluminio, ha turbina a geometria variabile con sistema di iniezione common rail e controllo elettronico 'drive-by-wire'. Sviluppa una potenza massima di 110 CV (81 KW) a 4000 giri/minuto e una coppia massima di 240 Nm a 1750 giri/minuto. La Focus C-MAX TDCi 110 CV accelera da 0 a 100 Km/h in 11,7 secondi e consuma nel ciclo misto 5 litri di gasolio per 100 Km. Il turbodiesel più potente è il Duratorq TDCi 16V da 2,0 litri. Ha anch'esso la turbina a geometria variabile con sistema di iniezione common rail e controllo elettronico 'drive-by-wire'. Ha potenza massima di 135 CV (99 KW) a 4000 giri/minuto e coppia massima di 320 Nm a 2000 giri/minuto. Associato al cambio manuale a sei marce MMT6, permette alla Focus C-MAX di accelerare da 0 a 100 Km/h in 9,6 secondi e di consumare nel ciclo misto 5,7 litri di gasolio per 100 Km. L'unico motore a benzina disponibile è il nuovo Duratec HE 16V da 1,8 litri. Sviluppa una potenza massima di 120 CV (88 KW) a 6000 giri/minuto e una coppia massima di 169 Nm a 4500 giri/minuto. La Focus C-MAX 1,8 benzina accelera da 0 a 100 Km/h in 11,1 secondi e consuma nel ciclo misto 7,7 litri di benzina per 100 Km.

In Italia la Focus C-MAX sarà disponibile in due versioni: C-MAX e C-MAX Ghia. Per tutte sono di serie sei airbag: due anteriori a doppio stadio, due laterali anteriori per bacino e torace e due laterali a tendina. La dotazione relativa alla sicurezza è poi arricchita dall'ABS con EBD, dalle cinture di sicurezza anteriori con limitatore di sforzo (che superato un certo sforzo liberano una parte predeterminata dal nastro della cintura per ridurre il rischio di lesioni al torace), dai sedili anti-slittamento e dai pedali freno e frizione collassabili (che riducono il rischio di fratture ai piedi). I freni sono a disco sulle quattro ruote e il sistema ESP è presente di serie o a richiesta a seconda delle versioni.

Su tutte le versioni è naturalmente di serie il climatizzatore oltre a una vasta gamma di accessori che garantiscono il confort della vita a bordo. Ricordiamo tra tutti i due sistemi audio disponibili, il più ricco dei quali offre lettore CD e file mp3, cambia-CD per sei dischi e 8 altoparlanti. La commercializzazione in Italia è ormai imminente: il 25 e il 26 ottobre si terrà il "porte aperte" presso tutta la rete Ford per la presentazione al pubblico, ma già è possibile provare e ordinare le Focus C-MAX presso i 120 FordPartner. I prezzi partono da 19250 €.

Fotogallery: Ford Focus C-Max