Alfa Romeo GT

A soli sette mesi dalla prima apparizione al Salone di Ginevra, debutta oggi l'Alfa GT, nuovo coupè sportivo derivato dall'Alfa 156. Come già visto per il recente restyling delle berlina media di Arese anche la GT è firmata Centro Stile Bertone a conferma della partnership che si va instaurando tra le due aziende come già in passato avvenne per celebri modelli proprio ai quali l'ultima nata di casa si ispira. Fu proprio Nuccio Bertone a disegnare la bellissima Giulia Sprint GT del 1963 che con la GT di oggi condivide lo stesso carattere sportivo ed elegante.

Lunga 4,48 metri, larga 1,76, alta 1,37 e con un passo di 2596 millimetri, l'Alfa GT si propone come sportiva compatta, caratterizzata da linee morbide accoppiate ad una ridotta superficie vetrata che ben s'integrano con l'aggressivo frontale, dominato da un family feeling Alfa Romeo che è rappresentato dal caratteristico "trilobo" su cui campeggia lo scudetto di dimensioni leggermente maggiori rispetto all'attuale.
Inedito, poi, il disegno della coda leggermente declinante e rastremata, con un paraurti integrato e di grandi dimensioni. Il lunotto è a goccia, mentre i gruppi ottici sono incastonati nella carrozzeria e presentano un taglio prezioso ed avvolgente.

Per gli interni è stato scelto di riproporre i pregievoli "arredi" della 147 apportando solo lievi modifiche al tunnel centrale ed utilizzando differenti rivestimenti. Il programma di personalizzazione prevede la scelta tra due ambienti: uno classico sportivo, con plancia e pannelli neri; l'altro più elegante e luminoso, sempre d'impronta sportiva è caratterizzato da un bicolore nero su grigio. In abbinamento sono disponibili diversi rivestimenti per sedili e fianchetti tra i quali il nuovo tessuto tecnico l'Alfatex®, nelle tinte grigio e nero, e la pelle "pieno fiore", disponibile in eleganti rivestimenti classici (proposti in nero, blu, rosso, cuoio e grigio) o in uno dei tre ambienti sellati a mano secondo la più classica artigianalità italiana ("sportivo", "elegante" e "classico") che propongono raffinate cuciture in contrasto.

Al momento del lancio commerciale, previsto entro la fine di quest'anno, i motori disponibili saranno tre: il noto 2.0 JTS da 165 CV, il potente 3.2 V6 24 valvole da 240 CV e il nuovissimo 1.9 M-Jet 16v da 150 CV, evoluzione in chiave sportiva dello stesso propulsore che ha da poco esordito sotto il cofano di 156, Sportwagon e 166. Si tratta di un "4 cilindri in linea" con alesaggio di 82 millimetri e corsa di 90,4 mm, capace di erogare una potenza di 110 kW a 4000 giri/min e una coppia di 305 Nm (31 kgm) a 2000 giri/min. La velocità massima raggiungibile è di 209 Km/h e l'accelerazione 0 - 100 km/h è di 9,6 secondi, il tutto a fronte di consumi molto contenuti, nell'ordine di 6,7 l/100 km nel ciclo combinato.

Per i primi mesi, nei maggiori mercati europei Alfa GT sarà disponibile in tre allestimenti: Progression, Distinctive e Luxury. Il primo è riservato alle motorizzazioni 2.0 JTS e 1.9 M-Jet 16v; il secondo e il terzo sono entrambi equipaggiati con tutti i propulsori della gamma, compresa la versione 2.0 JTS Selespeed. Inoltre, è previsto per il prossimo anno l'ampliamento dell'offerta con un allestimento Impression, abbinato ai propulsori 1.8 Twin Spark 16v, 2.0 JTS e 1.9 M-Jet 16.

Fotogallery: Alfa Romeo GT