K1 Attack Vivaro

Parliamo della Vivaro... Il furgone Opel, direte voi? No di certo, tutt'altro! La Vivaro è un'azienda di Bolzano che si occupa dell'importazione di auto sportive. Fino a qui, niente di particolare, ce ne sono tanti in Italia che si occupano delle stesse cose; tuttavia una delle loro ultime acquisizioni, frutto della loro intraprendenza, tipica degli appassionati delle auto particolari, ha suscitato il nostro interesse. Si tratta della Attack, prodotta dalla K1-Styling & Tuning.

La linea è accattivante ed aggressiva, molto "racing", non senza qualche sentore di dejà vu, o, per meglio dire, di citazioni di altre sportive sul mercato: le portiere si aprono ad ala di gabbiano, la strumentazione raccolta nel piccolo cockpit davanti al pilota, che gode di una posizione di guida perfetta, con volante ravvicinato, gambe distese ed una leva del cambio piuttosto corta e dalla limitata escursione.

Le prime informazioni forniteci parlano di una spider (con un soft-top studiato dalla 3M) costruita con un telaio tubolare a garanzia di rigidità e pannelli in fibra di vetro per assicurare un peso contenuto, requisiti necessari per una sportiva. Il fondo vettura è piatto e insieme all'estrattore d'aria posteriore, garantisce notevoli valori di deportanza al posteriore. Anche l'interno sposa la filosofia racing della Attack: sedili sportivi a guscio, cinture a 4 punti, plancia in carbonio e materiali compositi, il tutto all'insegna della massima funzionalità ed essenzialità.

I propulsori sono di provenienza Ford: si può scegliere tra il Duratec HE da 2 litri e 145cv e il più potente Duratec V6 in alluminio da 3 litri e 226cv, omologato Euro 4, che già equipaggia la Mondeo ST. Al momento non sono stati diffusi dati relativi alle prestazioni ed ai prezzi, ma contiamo di fornirveli in occasione di un futuro test di questa interessante spider.


Fotogallery: K1 Attack Vivaro