Mercedes Clk cabrio

A distanza di un anno dalla presentazione della seconda serie dell'elegante coupè CLK, Mercedes ne presenta l'attesa versione Cabrio, che ha tutte le carte in regola per eguagliare, e molto probabilmente superare, il successo della precedente versione, presentata nel 1998.

La nuova roadster Mercedes, nata dalla collaborazione con la Karmann, che tra l'altro la produce, ha una linea molto filante, pulita ed elegante, come la coupè da cui deriva, e vanta un'ottima aerodinamica: il CX è infatti pari a 0,30. Il frontale è caratterizzato dalla mascherina a lamelle con al centro la stella Mercedes, mentre lateralmente si nota l'assenza del Roll-bar, che in realtà c'è ma non si vede: la CLK Cabrio è infatti dotata di un Roll-bar automatico che fuoriesce automaticamente in caso di pericolo. La capote in tessuto multistrato, disponibile in varie tonalità di colore, è ad apertura elettrica, ed è comandabile anche attraverso il telecomando.

La vettura, come era lecito attendersi da una Mercedes, è molto curata dal punto di vista della sicurezza e del confort. Per quel che riguarda la sicurezza, la nuova CLK Cabrio ha di serie gli airbag frontali anteriori con doppio stadio di attivazione e con riconoscimento automatico della presenza di un seggiolino per bambini sul sedile passeggero, gli airbag laterali anteriori per testa e torace, le cinture di sicurezza con pretensionatori e limitatori di forza per tutti gli occupanti, il sistema ESP (Electronic Stability Program), l'antibloccaggio ABS, l'antislittamento ASR, il Brake Assist (BAS). A richiesta sono disponibili gli airbag laterali per gli occupanti del sedile posteriore. All'interno l'abitacolo è caratterizzato dalla presenza di inserti in legno pregiato e alluminio, dalla plancia con bocchette di aerazione circolari e la vita a bordo di conducente e passeggeri è allietata dalla presenza di molti gadget, tra cui ricordiamo il climatizzatore automatico con ventilazione del vano posteriore, i porgicintura automatici per conducente e passeggero, l'accensione automatica dei fari, il sensore pioggia per l'attivazione del tergicristallo, il volante multifunzione in pelle, i poggiatesta posteriori abbattibili mediante un comando posto sulla plancia, il sistema TEMPOMAT con SPEEDTRONIC, per il controllo della velocità di crociera. La lista degli equipaggiamenti a richiesta è lunghissima, come tradizione in casa Mercedes. Limitandoci ad elencare le principali dotazioni a richiesta, segnaliamo il sistema keyless-go, che permette l'accesso alla vettura e l'avvio senza chiave, i fari bixeno, il sistema di navigazione satellitare, il CD changer nel cassetto portaoggetti, i sensori di parcheggio, i rivestimenti in pelle, la sacca portasci, il Sound System Bose, i retrovisori esterni ed interno con sistema automatico antiabbagliamento. Molto interessante è il TEMPOMAT con DISTRONIC per la regolazione della distanza di sicurezza: un sensore radar è posto nella mascherina anteriore, e le auto che precedono riflettono gli impulsi radar ad onde corte; la durata dei segnali permette al sistema di calcolare la distanza, e al tempo stesso le variazioni di frequenza servono per determinare la velocità relativa tra i due veicoli; se la distanza si riduce, il DISTRONIC decelera automaticamente e, se necessario, frena; se poi la distanza aumenta di nuovo, il sistema accelera fino a raggiungere di nuovo la velocità pre-impostata. Concludiamo l'elenco delle dotazioni a richiesta con il climatizzatore COMFORT MATIC (di serie su CLK 500), con ripartizione automatica dell'aria per guidatore e passeggero, sensore solare, sensore per le sostanze nocive che attiva automaticamente il ricircolo in presenza di una concentrazione elevata di sostanze inquinanti.

La nuova CLK Cabrio è equipaggiata con cinque propulsori, a cui corrispondono altrettante versioni, a quattro, sei ed otto cilindri, tutti Euro4 a benzina, con potenze comprese tra i 163 e i 367 CV. Alla base della gamma c'è la CLK 200 Kompressor, equipaggiata con un nuovo motore quattro cilindri, con potenza massima di 120 KW (163 CV), coppia massima di 240 Nm a 3000 giri/minuto, cilindrata di 1796 cc, testata in lega di alluminio e sistema TWINPULSE, che riunisce compressore meccanico, intercooler, quattro valvole per cilindro, due alberi a camme in testa regolabili, controalberi di equilibratura Lanchester; il consumo medio è di 8,8 litri di benzina verde per 100 Km, l'accelerazione da 0 a 100 Km/h è di 9,8 secondi, la velocità massima di 225 Km/h. Un gradino più in alto c'è la CLK 240, dotata del nuovo propulsore sei cilindri a V, con tre valvole per cilindro, cilindrata di 2597 cc, potenza massima di 125 KW (170 CV), coppia massima di 240 Nm a 4500 giri/minuto; il consumo medio è di 10,9 litri per 100 Km; l'accelerazione da 0 a 100 Km/h è di 9,7 secondi, la velocità massima è di 232 Km/h. In posizione intermedia abbiamo la CLK 320, dotato del noto motore V6 da 160 KW (218 CV) di potenza massima, con tre valvole per cilindro, cilindrata di 3199 cc, coppia massima di 310 Nm a 3000 giri/minuto; il consumo medio è di 10,4 litri per 100 Km, la velocità massima è di 241 Km/h e l'accelerazione da 0 a 100 Km/h è di 8,2 secondi. Al vertice abbiamo la CLK 500, equipaggiata con un propulsore 8 cilindri a V, tre valvole per cilindro, cilindrata di 4966 cc, potenza massima di 225 KW (306 CV), coppia massima è di 460 Nm a 2700 giri/minuto, che accelera da 0 a 100 Km/h in 6,2 secondi e raggiunge la velocità massima, autolimitata, di 250 Km/h; il consumo medio è di 11,6 litri ogni 100 Km. La versione al top è la CLK 55 AMG, spinta dal motore V8 AMG assemblato a mano, con doppia accensione, cilindrata di 5439 cc, potenza massima di 270 KW (367 CV), coppia massima di 510 Nm a 4000 giri/minuto, che le permette di accelerare da 0 a 100 Km/h in 5,4 secondi e di raggiungere la velocità massima, autolimitata, di 250 Km/h; il consumo medio è di 12,3 litri per 100 Km. Esternamente questa versione è contraddistinta dal doppio terminale di scarico cromato, l'assetto sportivo AMG, i cerchi in lega da 18 pollici, con pneumatici 225/40 all'avantreno e 255/35 al retrotreno, il kit aerodinamico AMG. La 200 Kompressor e la 240 adottano di serie il cambio manuale a 6 marce. A richiesta è disponibile il cambio automatico a cinque rapporti e gestione elettronica con innesto "one touch", di serie sulla 320 e la 500. L'innesto "one-touch" facilita l'innesto della marcia + appropriata. Un altro pulsante consente inoltre di adattare il cambio allo stile di guida, scegliendo tra due programmi di marcia: standard (S), o comfort (C). La 55 AMG è dotata infine dell'automatico a cinque rapporti AMG SPEEDSHIFT: è possibile cambiare marcia col sistema "One touch" o direttamente dal volante. Passando all'autotelaio, all'avantreno abbiamo sospensioni a tre bracci oscillanti con montanti telescopici McPherson e al retrotreno sospensioni a bracci multipli. Lo sterzo è servoassistito a cremagliera, i freni sono a disco autoventilanti sulle quattro ruote, con dischi di 345 mm di diametro all'avantreno e 300 mm di diametro al retrotreno. La 200 Kompressor, la 240 e la 320 hanno pneumatici 205/55 R16 all'avantreno e 225/50 R16 al retrotreno, con cerchi in lega da 16 pollici; la CLK 500 ha pneumatici da 17 pollici. La 55 AMG ha pneumatici da 18 pollici.

La nuova CLK Cabrio è lunga 4,638 m (71 mm in più rispetto alla precedente versione), larga 1,74 m, alta 1,413 m, ed il passo è di 2,715 m (25 mm in più rispetto alla versione '98). La capacità del bagagliaio è di 390 litri a capote chiusa, mentre a capote abbassata si riduce a 276 litri. Il cofano bagagli, che può essere aperto col telecomando, integra le antenne per la radio, il telefono e il navigatore satellitare, grazie all'innovativo materiale sintetico usato per realizzarlo. La CLK Cabrio sarà in vendita in Italia da Maggio in due allestimenti, Elegance e Avantgarde, appena in tempo per permettere ai suoi primi acquirenti, di gustare l'estate a bordo della loro nuova, fiammante, Mercedes.

Fotogallery: Mercedes Clk cabrio