Tra le "rosse" dello stand della casa del biscione è stata presentata in un insolita colorazione nera, 156 GTAm, studio di un'evoluzione "stradale" della 156 GTA sviluppata dalla N-Technology (la squadra corse dell'Alfa Romeo - ndr).

La 156 GTAm esposta al Motor Show di Bologna è una vettura-laboratorio frutto a detta della casa di una doppia scommessa: da una parte trasformare un veicolo da competizione in una vettura stradale; dall'altra migliorare un propulsore già ottimo, nonostante l'età, per prestazioni e potenza.

Ecco allora un'inedita Alfa 156 elaborata per la quale innanzitutto è stato modificato il propulsore. La cilindrata, infatti, è aumentata da 3200 a 3548 cm3, mentre l'alesaggio è di 97 mm e la corsa di 78 mm. Inoltre, rispetto al 3.2 della GTA tradizionale, il 3.5 V6 24v di Alfa 156 GTAm sviluppa ben 300 CV a 6800 giri/min ed è abbinato ad un cambio a 6 marce (più retromarcia) e a un differenziale autobloccante viscoso.
All'esterno la vettura, oltre alla tinta nera, differisce per la sostituzione del grande spoiler da gara con un più discreto "labbro" di uscita che tuttavia migliora il flusso aerodinamico della 156. Cambiano anche parafanghi e cofani della carrozzeria, che sono realizzati in materiale composito e quindi contribuiscono ad alleggerirla di 30 kg rispetto alla versione da gara. Le ruote in lega leggera, poi, sono da 8x19" mentre i pneumatici sono 235/35 ZR 19. Novità anche per l'assetto sportivo, che è stato sviluppato tenendo conto dell'alleggerimento della carrozzeria e dall'impiego stradale. Lo dimostrano gli ammortizzatori regolabili in altezza, gli oleopneumatici Bilstein con molle Eibach dotate di helper-spring. Rispetto alla 156 GTA, infine, i freni anteriori della 156 GTAm hanno pinze e dischi Brembo maggiorati con un diametro di 330 millimetri.

Fotogallery: Alfa 156 GTAm