Peugeot 407

Dopo l'assaggio avuto con la concept Elixir esposta allo scorso Salone di Francoforte Peugeot ha diffuso foto e caratteristiche della nuova 407, destinata a sostituire la 406 sul mercato ormai dal 1995. Il salto di stile è molto più evidente da 406 a 407, rispetto a quanto avvenne quando proprio 406 andò a sostituire la precedente 405 del 1987.

Guardando le immagini ufficiali è evidente che la Elixir di prototipo aveva ben poco: il frontale della nuova 407 è praticamente lo stesso, piuttosto imponente ed aggressivo, con una grossa presa d'aria di forma vagamente trapezoidale nella parte bassa dello scudo anteriore, gruppi ottici di notevoli dimensioni che si prolungano dal frontale alla fiancata in linea diagonale, seguendo il family feeling della Marca del Leone, come già avviene sulle più conosciute 206, 307 e 607. Il tutto risulta piuttosto filante complici anche un cofano (in alluminio) piuttosto basso e il parabrezza decisamente inclinato.
Le vetrature della fiancata sono poco sviluppate in altezza, conferendo alla stessa una certa imponenza sebbene non risulti "pesante", grazie anche all'interruzione data dal profilo che parte dal frontale e termina in corrispondenza del gruppo ottico posteriore.
Il profilo del volume posteriore ha un qualcosa di déjà-vu, risultando piuttosto simile a quello della 307 CC, sebbene il montante posteriore sia piuttosto generoso.
La versione station wagon (o Break) si caratterizza per la particolare foggia del montante posteriore, inclinato all'indietro che divide in due la terza luce laterale

Dal punto di vista telaistico la 407 si basa sulla cugina Citroën C5, ma non ne riprende le validissime sospensioni idrattive, affidandosi ad un convenzionale sistema a molle elicoidali. Vengono ripresi alcune delle motorizzazioni presenti sia sulla gamma 406, che sulla gamma C5, ma ci sono anche delle interessanti novità: sul fronte dei benzina troviamo tre quattro cilindri di 1800 da 117cv, 2000 da 136cv e 2200 cmc da 160c e un V6 di tre litri e 211cv; la novità interessante è l'adozione dei quattro cilindri diesel HDi FAP di 1,6 e 2,0 litri sviluppati in collaborazione con Ford; erogano rispettivamente 110cv e 240Nm di coppia e 136cv e 320Nm di coppia massima e sono entrambi omologati Euro4. Successivamente verrà introdotto un V6 HDi di 2,7 litri. A seconda del tipo del propulsore sono disponibili cambi manuali a cinque o sei marce o un automatico sequenziale Tiptronic a quattro o sei rapporti (per la V6).
Ovviamente sono disponibili l'ABS con AFU (assistenza alla frenata d'emergenza) e il sistema di controllo della stabilità, denominato CDS.
La Peugeot 407 sarà disponibile in tre diversi livelli di allestimento, Comfort, Sport e Executive, differenziati tra loro per dotazione di accessori e tipologia di finiture.

La commercializzazione della nuova berlina francese avrà inizio nella primavera del 2004.

Fotogallery: Peugeot 407