Presentato anche al pubblico italiano il simpatico concept Compass...

Al Motor Show di Bologna Jeep è presente con l'intera gamma: Grand Cherokee, Cherokee, Wrangler, e la concept car Compass, al suo debutto in Italia.

La Compass è una concept car di impostazione rallistica dal design avveniristico. Presentata per la prima volta al Salone di Detroit del 2002 e ispirata al prototipo Jeepster, è stata progetatta sulla piattaforma della Cherokee e disegnata al Pacifica Advanced Design Center del gruppo Chrysler di Carlsbad, in California. Compass in inglese vuol dire "bussola", e la nuova concept car americana si propone al pubblico in veste di fedele compagna con cui affrontare nuove avventure nel tempo libero o i quotidiani percorsi cittadini. A differenza della Cherokee, la Compass ha soltanto le portiere anteriori e deve la sua agilità al passo corto e al baricentro basso. Esternamente è fortemente caratterizzata dalle luci integrate nei parafanghi, dalla modanatura di protezione in acciaio inossidabile e dai rivestimenti sottoporta con marchio Jeep. Il tetto ha infine un rivestimento lucido con i dispositivi di fissaggio integrati. All'interno le principali funzioni del veicolo sono gestite da comandi rotanti stile "slot machine", gli strumenti del cruscotto ricordano i quadranti degli orologi di precisione e le bocchette di ventilazione hanno un design vagamente aeronautico. La plancia è percorsa in tutta la sua lunghezza da una robusta maniglia di sostegno e dispone di una piattaforma multifunzionale dotata di schermo a cristalli liquidi. A guidatore e passeggeri sono riservati quattro sedili singoli, reclinabili e ripiegabili, posti in posizione rialzata, e rivestiti in pelle e tessuto Goretex. Una volta ripiegati i sedili posteriori, si ottiene un vano di carico piatto dal fondo in acciaio inossidabile opaco con dispositivi di fissaggio nei rivestimenti laterali. L'ampia capacità di carico è dovuta anche al fatto che la ruota di scorta è fissata al portellone posteriore. La Compass è equipaggiata col motore 3,7 litri V6 PowerTech, che troviamo anche sotto il cofano della Cherokee, con potenza massima di 210 CV e coppia massima di 319 Nm. Il telaio è in acciaio Uniframe ad alta resistenza e la trazione è integrale permanente.

Al Motorshow Jeep presenta il My2004 della Grand Cherokee, riconoscibile esternamente per alcune modifiche al frontale e alla mascherina che avvolge i nuovi fendinebbia. Gli allestimenti disponibili in Italia sono tre: Laredo, Limited e Overland. La Limited ha di serie nuovi cerchi in lega a cinque razze da 17 pollici e nuovi retrovisori esterni con gusci a forma convessa. Tutte le versioni hanno ora di serie l'autoradio con lettore cd e cassette e con comandi al volante. Tre i motori che equipaggiano la Grand Cherokee: due benzina e un turbodiesel. Il turbodiesel è il motore common rail 2.7 CRD, derivato dal cinque cilindri Mercedes, con quattro valvole per cilindro, potenza massima di 163 CV (120 KW) a 4000 giri/minuto e coppia massima di 400 Nm a 2000 giri/minuto; accoppiato al cambio automatico a cinque marce con gestione elettronica, è disponibile per tutti e tre gli allestimenti, e nel My2004 guadagna un inedito smorzatore a turbina nel convertitore di coppia del cambio automatico, che ne aumenta la silenziosità. Il motore a benzina meno potente è il 4,7 litri V8 PowerTech (223 CV a 4700 giri/minuto e 394 Nm a 3300 giri/minuto), disponibile sulla versione Limited, associato al cambio automatico multi-range a cinque marce con overdrive e controllo elettronico. Segue il più prestante 4,7 litri V8 HighOutput, disponibile solo su Overland, con potenza massima di 258 CV a 5200 giri/minuto e coppia massima di 425 Nm a 3500 giri/minuto; il cambio automatico è lo stesso associato al PowerTech.

La Cherokee invece presenta alcune interessanti novità in termini di sicurezza e funzionalità. Ora sono di serie sull'intera gamma i dispositivi per la sicurezza passiva EARS (Enhanced Accident Response System) e BeltAlert. Il primo agisce sull'impianto elettrico in caso di incidente: cinque secondi dopo l'attivazione degli airbag, EARS provvede a sbloccare automaticamente le porte, ad accendere le luci interne e, sui modelli a benzina, a disattivare la pompa carburante per prevenire il rischio di incendi. Il secondo dispositivo controlla il corretto allacciamento delle cinture e, nel caso siano slacciate o indossate non correttamente, attiva periodicamente un segnale acustico, accompagnato dall'accensione di una spia luminosa nel cruscotto. Di serie sono presenti inoltre gli airbag frontali multifase Next Generation, con tre livelli di gonfiaggio e due fasi di attivazione, ABS ed EBD. Tutte le Cherkee sono dotate di un intelligente dispositivo che ritarda lo spegnimento dell'impianto elettrico, mantenendo disponibile la corrente per 45 secondi a partire dall'estrazione della chiave o dall'apertura della portiera lato guida. La versione Sport ha ora il volante regolabile in altezza e l'autoradio con lettore cd. La Limited ha autoradio con lettore cd e cassette e gli airbag laterali a tendina. La capacità del serbatoio di carburante è aumentata del 5% e sono stati infine introdotti nuovi colori di carrozzeria. I motori disponibili attualmente sono tre, il 2,5 litri CRD common rail 16V, 4 cilindri (143 CV e una coppia di 343 Nm), il 2.8 CRD 16 valvole (150 CV e coppia massima di 360 Nm) e il benzina da 3,7 litri PowerTech V6 (presente anche sulla Compass), derivato dal 4,7 litri della Grand Cherokee.

Infine la Wrangler, ultima discendente delle Jeep dure e pure che servirono fedelmente l'esercito americano, si arricchisce di un nuovo equipaggiamento, che prevede il volante regolabile in altezza, l'autoradio con lettore cd e la chiusura del tappo serbatoio. I motori disponibili sono due, entrambi a benzina. Il meno potente è il 2,4 litri 16V, quattro cilindri, con 143 CV di potenza massima e una coppia massima di 215 Nm. Se si vuole esagerare c'è il 4,0 litri, sei cilindri in linea, con tre valvole per cilindro, potenza massima di 177 CV e coppia massima si 196 Nm a 3500 giri/minuto (ottenibile anche con cambio automatico a quattro rapporti).

Fotogallery: Jeep al Motorshow di Bologna