Peugeot 307 2.0 HDI 16v

In commercio dal 2001, la Peugeot 307 è riuscita a conquistare la fiducia di molti automobilisti italiani grazie ad uno stile piacevole e alle ottime doti stradali coadiuvate dal gran confort di bordo.

Nata come berlina tre e cinque porte, in pochi mesi è stata proposta come SW e Station Wagon e, piu' recentemente, in versione Coupé-Cabriolet.

Oggi l'offerta si arricchisce finalmente di un nuovo propulsore a gasolio da 136 cv frutto della joint venutre PSA-FORD. Questa notizia era particolarmente attesa in quanto la concorrenza dispone già da tempo di unità propulsive di pari potenza e tale gap tecnico ha probabilmente frenato le potenzialità commerciali della 307 negli ultimi mesi.

L'inedito 2.0 HDi 16v, rispetto al collaudato 2.0 litri 110 cv da cui deriva, si differenzia per la testata in alluminio a sedici valvole il sistema d'iniezione Siemens di seconda generazione, con iniettori di tipo piezoelettrico e pressione d'iniezione di 1650 bar e per l'adozione di un turbocompressore a geometria variabile. Ottimo risulta il valore di coppia pari a 320 Nm a 2000 g/min. La trasmissione adottata è a 6 marce con cambio manuale.

A livello di prestazioni la velocità massima dichiarata passa da 188 del HDi 110 cv a 202 km/h in sesta marcia, i 1000 m con partenza da fermo vengono coperti in 32,4 secondi (anziché 34,1) ed i 100 orari, sempre con partenza da fermo, in 11 secondi, contro 12,7 secondi. Le riprese da 80 a 120 km/h in quinta avvengono in 9,9 secondi, contro 13,8 secondi e in 13,7 secondi in sesta.

Segnaliamo che questo nuovo HDi è ancora più "pulito" giacché in linea con la normativa Euro 4. Non manca ovviamente il sistema FAP, che prima trattiene e poi elimina il particolato, richiedendo interventi di manutenzione ogni 120mila chilometri.

Sul nostro mercato, l'HDi da 136 cv è abbinato al nuovo allestimento denominato "Speed'up", berlina tre/cinque porte e solo nei prossimi mesi si renderà progressivamente disponibile nelle altre varianti di carrozzeria.

La Speed'up si differenzia esternamente dalle altre 307 berlina per la carrozzeria metallizzata grigio ferro o grigio alluminio, per i cerchi in lega da 17 pollici e per la "i" rossa del monogramma HDi fissato posteriormente (molto stile Volkswagen...).

L'ambiente interno è contrassegnato da finiture tipo metallo, dalle soglie porte anteriori in alluminio e dal rivestimento dei sedili sportivi in pelle, con parte centrale in tessuto a maglia grigio/nero e fascia tipo alluminio nella parte superiore dello schienale. Gli appoggiatesta sono in pelle.

Nell'equipaggiamento della 307 Speed'up sono compresi la climatizzazione automatica, l'autoradio mono CD, il volante in pelle, i proiettori fendinebbia, il tergicristallo automatico con sensore di pioggia, l'accensione automatica dei proiettori e il retrovisore interno elettrocromatico.

Tra gli optional, il sistema telematico Peugeot InfoMobile composto da: autoradio RT3 con caricatore CD, sistema di navigazione GSM/GPS ed alcuni servizi di emergenza e di assistenza. E' anche disponibile il Pack elettrico 3 (alzacristalli anteriori e posteriori elettrici, sequenziali, antipizzicamento, retrovisori esterni elettrici riscaldati e ripiegabili elettricamente) ed il Pack Visibilità (tergi automatico, fendinebbia, accensione automatica proiettori, retrovisore interno elettrocromatico).

In vendita da questo mese, le nuove 307 2.0 HDI 16v Speed'up hanno un prezzo chiavi in mano di 21.400 e 21.750 Euro, rispettivamente per la versione 3 e 5 porte.



Fotogallery: Peugeot 307 2.0 HDI 16v