Sogno americano

Sono ormai trascorsi Quarant'anni dalla sua nascita, ma la Ford Mustang, generazione dopo generazione, continua a rappresentare prestazioni e design in puro stile americano.

Attesa nei primi mesi del 2005, l'ultima evoluzione di questo Mito punta a riscoprire le caratteristiche che la resero grande negli anni '70 e '80, allontanandosi decisamente dai deludenti esemplari più recenti.

Il design, curato dal centro stile Ford, presenta una linea pulita ma al contempo massiccia e muscolosa. Il richiamo alle americanissime muscle-car è stato interpretato con grande maestrìa.
Proprio per rimanere fedeli alla tradizione i designer Ford hanno abbandonato l'idea di una fiancata aerodinamica e sfuggente puntando sui classici tre volumi, impreziositi da vistosi passaruota e dall'immancabile spoiler posteriore.
La scelta di incrementare il passo ha contribuito ad un aumento significativo dello spazio interno donando anche un aspetto più aggressivo, con evidenti benefici in termini di tenuta.
Anche il frontale verticale si ispira al classico design Mustang con due fari tondi supplementari incastonati nella calandra.

Internamente troviamo un'arredamento dal design moderno, con bellissimi rivestimenti di vero alluminio (ormai quasi sempre sostituito da plastica lucida). Anche qui il richiamo al passato è evidenziato dalla palpebra che ricopre tutta la plancia in stile Mustang anni '70. Di grande effetto la possibilità di scegliere il colore dell'illuminazione di quadro e comandi.

Le motorizzazioni disponibili saranno inizialmente due: un 8 cilindri a V con 24 valvole di 4.6 litri completamente in alluminio ed un ancor meno spinto V6 di 4.0 litri. Nonostante la progettazione ex-novo, come da più classica tradizione americana i due motori sviluppano rispettivamente 300 e 202 cavalli, valori decisamente bassi se paragonati ai moderni motori europei (tra l'altro per la prima volta compare su una mustang un motore in alluminio rispetto alla ghisa finora utilizzata). Il particolare rapporto cavalli/litro cosi contenuto, assicurerà sonorità e pastosità tipiche dei motori d'oltreoceano.

Di serie la Ford propone un cambio meccanico a 5 marce (quello per il V8 risulta irrobustito nella scocca), mentre un automatico, sempre a 5 rapporti, comparirà nella lista degli optional.

Da sottolineare che anche per questa generazione uno degli obbiettivi primari è stato quello di produrre una vettura con un listino decisamente abbordabile: non c'è mercato che abbia in listino una sportiva da 300 cv come questa Mustang, all'incredibile prezzo di 20.000 $.

Al momento non è stato ancora reso noto se la nuova Mustang verrà esportata in Europa.

Fotogallery: Ford Mustang 2005