Suv + SW + Monovolume = Crossover

Il mercato Nordamericano è un'importante osservatorio per noi europei, perchè spesso ci anticipa quali sono le nuove tendenze in campo automobilistico e dunque quali saranno le linee guida del mercato europeo nei prossimi anni.

Dopo l'affermazione delle station wagon, passate dal ruolo di umili vetture tuttofare a vere e proprie status symbol, dopo la nascita delle monovolume e delle SUV, che in Europa incontrano attualmente un successo crescente, adesso negli Stati Uniti si sta affermando una nuova categoria di mercato, quella dei veicoli trasversali (o crossover) alle categorie sopra citate, con le prestazioni di una berlina, la forma di una station wagon, la versatilità di una monovolume, e la trazione integrale di una SUV, in grado se non altro di trarci d'impiccio in caso di fondo stradale innevato o nelle strade sterrate.

Il recente salone di Detroit ha fornito l'occasione per vedere tradotta questa tendenza nella presentazione di modelli destinati alla produzione nel corso dell'anno. Uno di questi è la Ford Freestyle, caratterizzata esternamente da una linea un pò anonima, priva di ricercatezze stilistiche o di spunti originali ma forse, proprio per questo, in grado di incontrare un largo favore di pubblico, almeno tra le famiglie medie americane.

La Freestyle è in grado di trasportare fino a sette passeggeri, grazie al sedile della terza fila che, se non usato, può ripiegarsi e sparire nel pavimento (all'occorrenza è possibile eliminarne solo metà, lasciando lo spazio per un sesto passeggero). A tutti i passeggeri è assicurato lo stesso livello di comfort e sicurezza, grazie ai sette poggiatesta regolabili e alla presenza per tutti i posti di sicurezza a tre punti. La Freestyle, che sul fronte della sicurezza fa tesoro dell'esperienza accumulata in questi anni non solo da Ford, ma anche e soprattutto da Volvo, è equipaggiata inoltre con airbag frontali a doppio stadio (l'apertura varia al variare del tipo di impatto e della posizione di conducente e passeggero) e in opzione, con airbag laterali e con il sistema Safety Canopy che garantisce la protezione della testa dei passeggeri in caso di impatto laterale.

L'abitacolo si caratterizza per la notevole versatilità e l'elevato numero di configurazioni possibili; i passeggeri possono contare inoltre sulla presenza di numerosi vani e ripostigli, come d'altronde accade sulle monovolume.

La nuova Ford è equipaggiata con il solo motore Duratec 3.000 V6 24V da 147 KW (200 CV), che secondo la Casa si segnala per i consumi contenuti e le ridotte emissioni allo scarico, associato ad un cambio CVT a variazione continua, che dovrebbe garantire un temperamento sportivo sfruttando al meglio le doti del propulsore. La trazione è anteriore, ma in opzione è possibile avere la trazione integrale a controllo elettronico, che si inserisce automaticamente in caso di necessità, accoppiata al sistema per il controllo della trazione. L'autotelaio, di derivazione Volvo, prevede sospensioni anteriori di tipo McPherson e un sistema multi-link al retrotreno. Il servosterzo è ad assistenza variabile mentre i freni, dotati di ABS, sono a disco sulle quattro ruote, con dischi da 315 mm di diametro all'avantreno e 330 mm di diametro al retrotreno. Sul mercato statunitense la Freestyle sarà in vendita in tre allestimenti, SE SEL e Limited, ma i prezzi non sono ancora stati comunicati.

Fotogallery: Ford Freestyle