nuova Skoda Octavia

Debutto mondiale al Salone di Ginevra 2004 per la nuova Skoda Octavia. La vettura, completamente nuova, ripropone la formula di praticità ed eleganza che sono stati i concetti principali espressi dalla versione che va a sostituire. Il disegno pulito delle linee e certi piccoli accorgimenti "da auto di gran classe" confermano il cambio di direzione intrapreso da Skoda negli ultimi anni: il graduale allontamanento dall'orbita Volkswagen ha portato il marchio Ceco ad assumere un nuovo ruolo nel gruppo, avviccinandosi alla filosofia Audi quanto ad eleganza e immagine.

Esternamente la nuova Octavia si fa notare per tipica griglia del radiatore con la cornice cromata. In questo caso l'evoluzione di design rispetto alla vecchio muso ha voluto un frontale dal disegno più sfuggente e aerodinamico, doppiamente utile sia da un punto di vista estetico che a livello funzionale per coefficiente di penetrazione dell'aria e consumi ridotti.

La pulizia delle linee ha guidato le scelte dei designer Skoda. Come sulla recente produzione del gruppo, e non solo, anche si è scelto di inserire gli indicatori laterali negli specchietti retrovisori, scelta di stile ma sicuramente poco funzionale. Oltretutto l' assenza delle frecce laterali e le fiancate particolarmente lisce vengono parzialmente penalizzate nella visione d'insieme da un montante centrale massiccio e per niente "discreto". Probabilmente con una soluzione di continuità tra i due cristalli avrebbe donato alla Octavia un aspetto più slanciato e leggero.

La coda, caratterizzata da un terzo volume appena accennato, nasconde un pratico portellone di carico che agevola di molto le operazioni di stivaggio e rende più accessibile il vano anche dall'abitacolo.

Proprio parlando di interni da notare la bella plancia, in puro stile "gruppo VW" con il navigatore al centro della plancia e tutti i comandi a portata di mano. Pur non brillando quanto a originalità l'interno della Octavia sa coniugare molto bene eleganza e versatilità, con accostamenti cromatici piacevoli ed una qualità costruttiva adeguata alle aspettative.

La denominazione dei tre livelli di equipaggiamento base è stata conservata per la nuova Skoda Octavia: Classic, Ambiente ed Elegance

- L'equipaggiamento standard per tutti i modelli Škoda Octavia a partire dal modello Classic comprende, fra le altre cose:
- Quattro airbag (due anteriori e due laterali anteriori);
- Sistema ABS; freni a disco su tutte le ruote
- Chiusura centralizzata;
- Cinture di sicurezza a tre punti anche per i sedili posteriori;
- Sedile conducente regolabile in altezza;
- Volante regolabile in altezza e in profondità;
- Disattivazione dell'airbag lato passeggero (quando viene fissato un seggiolino per bambino sul sedile anteriore);
- Due sistemi di ancoraggio del seggiolino per bambino tipo ISOFIX;
- Un segnale di avvertimento sul pannello di strumentazione quando la cintura di sicurezza per il sedile conducente non è stata allacciata.

- Oltre all'equipaggiamento comune al modello Classic, la versione Ambiente dispone dei seguenti elementi:
- Specchietti retrovisori regolabili e riscaldabili elettricamente;
- Computer di bordo;
- Vetri azzurrati;
- Gusci degli specchietti retrovisori e maniglie esterne nel colore carrozzeria;
- Modanature laterali paracolpi;
- Illuminazione interna nella sezione anteriore e posteriore dell'abitacolo; due luci di lettura nella parte anteriore;
- Avvisatore acustico in caso di portiera lasciata aperta.

L'equipaggiamento per il modello Elegance comprende, fra le altre cose:
- Climatizzatore automatico: mantiene la temperatura preimpostata per l'aria distribuita;
- Alzacristalli elettrici anteriori e posteriori con dispositivo di ritorno e blocco di sicurezza per i bambini;
- Vano portaoggetti Jumbo Box fra i sedili anteriori con funzione di bracciolo regolabile, vano interno refrigerato e bocchette per la distribuzione dell'aria verso i sedili posteriori sul retro del vano;
- Fari fendinebbia;
- Cerchi in lega Orion da 15";
- Chiusura centralizzata con telecomando a distanza e chiave pieghevole;
- Specchietti retrovisori esterni con illuminazione di cortesia incorporata per facilitare l'ingresso nel veicolo;
- Bracciolo sui sedili posteriori con la possibilità di utilizzare il foro passante del vano bagagli.

Per quanto riguarda invece la possibilità di personalizzazione, Octavia offre numerose possibilità:

- Climatizzatore elettronico a due zone Climatronic, in grado di mantenere la temperatura impostata separata per il lato sinistro e destro dell'abitacolo;
- Sistema ESP;
- Sistema TPM (Tyre Pressure Monitoring) - utilizzato per monitorare la pressione degli pneumatici utilizzando i sensori di giri dell'ABS;
- "Light Assistant" che comprende funzioni quali "Coming Home" (una volta attivato, tiene accese le luci per un breve intervallo), "Tunnel Light" (accensione automatica dei fari quando viene a mancare l'illuminazione naturale);
- Funzione "Day Light";
- Appoggiatesta attivi;
- Airbag per la testa;
- Fari allo Xeno;
- Volante multifunzione con controllo per radio e telefono;
- Sensore per la pioggia;
- Specchietti retrovisori esterni elettrocromatici regolabili elettricamente a oscuramento automatico (in combinazione con lo specchietto retrovisore elettrocromatico interno ad oscuramento automatico);
- Sensori per il parcheggio anteriori e posteriori;
- Cristalli anti irraggiamento solare, che aiutano a mantenere una temperatura interna confortevole e riducono il sovrarriscaldamento nelle giornate calde e soleggiate.

Parlando di sicurezza, tutte le versioni sono dotate di ABS e di un dispositivo di assistenza alla frenata come dotazione standard. Purtroppo disponibile solo a pagamento l'ESP.

Le nuove Škoda Octavia sono dotate di serie di cinture di sicurezza a tre punti su tutti i sedili; quelle anteriori sono regolabili in altezza e montate con pretensionatori pirotecnici, utilizzati anche nei sedili posteriori laterali se il veicolo è dotato di airbag per la testa.

A richiesta la sarà possibile equipaggiare la vettura di appoggiatesta attivi sui sedili anteriori, per garantire una protezione estremamente efficace in caso di impatto da tamponamento. Il principio degli appoggiatesta attivi deriva dal fatto che il corpo si sposta all'indietro durante un tamponamento. La pressione del corpo sullo schienale mette in moto un meccanismo che sposta l'appoggiatesta in avanti per assorbire il movimento all'indietro della testa del passeggero, che potrebbe comportare dei danni alla colonna vertebrale. Il sistema è stato regolato per entrare in azione durante collisioni a velocità relativamente basse, per esempio durante un incidente dove il veicolo non è seriamente danneggiato, ma dove potrebbe verificarsi un danno serio alla spina dorsale del passeggero.

Al momento del lancio le motorizzazioni previste sono 6, di cui 4 unità a benzina e 2 diesel.
Restando sui benzina ,oltre ai classici propulsori a iniezione del carburante nel condotto di aspirazione (1.4 MPI / 75CV e 1.6 MPI / 102 CV) la nuova Skoda Octavia impiega motori di nuova tecnologia a iniezione diretta 1.6 FSI da 115 CV e 2.0 FSI da 150 CV.

Molto più interessanti per il nostro mercato saranno i due motori Diesel, dotati di un sistema a iniezione diretta che utilizza, come ormai consolidato, unità iniettore-pompa. Ogni cilindro ha un'unità di iniezione nella testa formata da una pompa a iniezione a pressione elevata, da un ugello di iniezione e da una valvola di controllo che viene utilizzata per controllare il processo d'iniezione del carburante. Il sistema iniettore-pompa utilizza una pressione di iniezione estremamente elevata che arriva fino a 250 MPa.

Il motore 1.9 TDI/77 kW con quattro cilindri in linea utilizza una distribuzione con albero a camme in testa (OHC) e due valvole per cilindro, e produce un massimo di 77 kW (105 CV) a 4.000 giri. La nuova Octavia con questo propulsore può raggiungere i 192 km/h, e accelera da 0 a 100 km/h in 11,8 secondi. Il consumo di carburante si attesta intorno ai 5.0 l/100 km nel ciclo combinato.

Il nuovo motore 2.0 TDI/103 kW soddisfa i requisiti di consumo minimo e, allo stesso tempo, di prestazioni dinamiche straordinarie. Quattro cilindri, con distribuzione a doppio albero a camme in testa e quattro valvole per cilindro; produce un massimo di 103 kW (140 CV) a 4.000 giri, con una velocità massima di 208 km/h e un'accelerazione da 0-100 km/h in 9,6 secondi

Di serie, tutti i motori hanno un cambio manuale a cinque o sei marce. I motori da 75 kW o più, possono avere a richiesta una trasmissione automatica a 6 marce, con convertitore di coppia idraulica per motori a benzina o tipo DSG con due frizioni per i motori Diesel.

La distribuzione del nuovo modello inizierà a Giugno 2004 a prezzi ancora da definirsi.

Fotogallery: nuova Skoda Octavia