aspettando la Golf coupé-cabriolet

Concept C, dove "C" sta per coupé-cabriolet. E' questo il nome del prototipo che Volkswagen presenta in prima mondiale al Salone di Ginevra 2004 e che anticipa la futura Golf in versione cabriolet con tetto rigido in vetro.
Dunque, anche la casa di Wolfsburg dichiara ufficialmente di volersi lanciare nel settore delle coupé-cabriolet, e lo fa sfruttando la base della sua best-seller compatta in vendita proprio da pochi mesi nella sua quinta generazione.

La linea proposta si rifà evidentemente al nuovo corso stilistico Volkswagen risultando nell'insieme molto equilibrata, dinamica e aggressiva al punto giusto, guadagnando anche in termini di originalità grazie ai fari piu' avvolgenti ed alla particolare venatura che solca l'intera fiancata.

Lunga 4,41 metri, larga 1,81 e alta 1,43, Concept C è teoricamente omologata per quattro persone, ma si segnala soprattutto per una notevole capacità del bagagliaio stimata a 400 litri. L'abitacolo risulta poi molto accogliente e luminoso grazie ai rivestimenti bicolore ed alle numerose rifiniture in alluminio specifiche per il modello.

Come detto la meccanica riprende quella della piu' recente Golf e per l'esemplare esposto si è pensato come propulsore al moderno benzina 2.0 FSI da 150 cv di potenza abbinato ad una tradizionale trasmissione manuale a sei marce.
L'innovazione tecnica principale sta quindi nel dispositivo che anima il tettuccio rigido; quest'ultimo oltre ad essere aperto o chiuso completamente, puo' essere mosso anche parzialmente come un tradizionale tetto apribile elettrico a scorrimento. Si tratta insomma di un "tetto apribile nel tetto apribile".

Per la versione definitiva e per la contestuale commercializzazione non è ancora stata ancora prevista una data ufficiale, ma si puo' verosimilmente pensare alla primavera del 2005.

Fotogallery: Volkswagen Concept C