Entrano in gamma nuovi motori e inediti accessori

Per tenere alta l'indiscussa immagine di auto del popolo, sancita dalla nascita del Maggiolino, Volkswagen ha sempre privilegiato modelli in grado di soddisfare le più disparate esigenze di spazio e praticità, affidandosi soprattutto ai vantaggi di una carrozzeria station wagon. Volkswagen ha quindi tradotto in realtà, negli ultimi anni, concetti apparentemente alquanto forzati e che sembravano appannaggio unicamente di modelli già di grande successo come la Passat. Sono nate, così, la Polo Variant, la Golf Plus, la Touran e la Golf Variant, quest'ultima una vera sorella minore della Passat a testimoniare che l'esigenza di spazio può avere molteplici declinazioni.

Sbarcata sul mercato italiano nel maggio del 2007 e caratterizzata da un nuovo design posteriore spesso causa di accesi dibattiti, la versione Station Wagon dell'intramontabile Golf si rinnova, sostituendo alcuni motori nella sua gamma per il nostro listino e aggiungendo nuovi accessori.

Spariscono dunque dalla lista le seguenti motorizzazioni: 1.6 102 CV Tiptronic, 1.4 TSI 140 CV con cambio manuale e con cambio DSG, 1.9 TDI 105 CV DPF DSG, 2.0 TDI 140 CV DPF con cambio manuale e con cambio DSG. Si inseriscono, a loro volta, le seguenti versioni: 1.4 TSI 122 CV, 1.4 TSI 122 CV DSG 7 marce, 2.0 TDI 140 CV DPF Common Rail, 2.0 TDI 140 CV DPF DSG Common Rail.

Tra gli accessori, la Golf Variant model year 2009 può essere equipaggiata a richiesta con radio RCD 210 con sintolettore CD/Mp3 e 4 altoparlanti, radio RCD 310 con sintolettore CD/Mp3 e 8 altoparlanti, radio RCD 510 con sintolettore CD/Mp3, caricatore CD integrato e 10 altoparlanti, radio RCD 510 con CD changer incorporato/funzione Mp3, VW Sound System e 10 altoparlanti, ricezione radio digitale DAB, presa USB multimediale Media-In.

Volkswagen Golf Variant model year 2009