Tuning di classe

Soltanto una quindicina d'anni fa, tuning significava essenzialmente carrozzerie anabolizzate e motori pompati, il tutto portato al limite del collasso, per la meccanica, e dell'assurdo, per l'estetica. Una tendenza, questa, squisitamente mitteleuropea - tipica di paesi come il Regno Unito e la Germania - che nell'Europa Mediterranea ha sempre faticato a prender piede. Negli anni, però, le cose son cambiate. Tuning, oggi, non significa più automobili "estreme", ma anche elaborazioni efficaci, calibrate ed esteticamente gradevoli. Per questo non è più così difficile incontrare anche sulle nostre strade, modelli di siffatto calibro.

L'ultima arrivata, in quest'ambito, è una creatura dello specialista tedesco Carlsson, che ha "messo le mani" sulla nuova SLK 200 Kompressor creando la Carlsson CK20
Rispetto alla coupè-cabrio di serie, questo modello sfoggia pochi, ma indovinati, ritocchi estetici: nuovi spoiler ai paraurti, con quello anteriore dotato di particolari fari di profondità, un piccolo labbro aerodinamico sul cofano bagagli e una coppia di minigonne che raccordano il tutto. I cerchi da 18" sono specifici, con canali differenziati (8" all'avantreno e 10" al retrotreno) e pneumatici Dunlop SP Sport, rispettivamente 225/40 avanti e 255/35 dietro.
All'interno fa bella mostra la selleria in nappa, bicolore e ornata dell'emblema dell'atelier, mentre due nuovi roll-bar sono alle spalle degli occupanti.

La CK20 nasconde, sotto il cofano col tipico "naso" che fa tanto F1 (sul quale il logo Carlsson ha soppiantato la stella a tre punte), il quattro cilindri Kompressor con la pressione di sovralimentazione innalzata di 0,1 bar. L'efficacia di quest'intervento è riscontrabile nelle prestazioni pure che, grazie ai 144 kW/195 cv disponibili (32 in più del modello di serie), sono di tutto rispetto con 240 km/h di velocità massima e 7.1" nello 0-100, ma si nota anche - e soprattutto - nell'elasticità ai bassi regimi grazie ai 270 Nm, 240 il modello di serie, ottenibili però a 3500 rpm, cinquecento giri più in alto rispetto alla SLK 200.
Le modifiche sono state estese anche all'assetto, ribassato di 30 mm e allo sterzo, più diretto.

Questi, di massima, gli interventi disponibili. Ovviamente, ogni Carlsson CK20 è elaborabile secondo le esigenze del cliente.

Fotogallery: Carlsson CK20