Volkswagen Golf 4motion

La gamma della Golf V, sul mercato ormai da qualche mese, si arricchisce della nuova versione a trazione integrale.

Disponibile, per ora, solo con i motori 2 litri TDI, in configurazione da 105 e 140 cv (77 e 103 kW) e cambio a 6 rapporti, la nuova Golf "4motion", sfrutta il collaudato schema che ha esordito sei anni fa sulla precedente generazione della compatta tedesca. Si tratta di un classico sistema a controllo elettronico che prevede la variazione continua della forza motrice tra gli assi anteriore e posteriore (ogni asse può ricevere fino al 100% della coppia), in funzione delle condizioni di aderenza, sortendo notevoli benefici in termini di guidabilità in condizioni critiche e, quindi, guadagnandoci in sicurezza.

La nuova Golf 4motion è distinguibile dal modello a trazione anteriore grazie al logo posto in coda e al nuovo terminale di scarico. Tecnicamente, oltre al sistema di trazione, varia la taratura delle sospensioni, più alte di 20 millimetri. Tra gli optional è da menzionare la paratia di protezione per gli organi meccanici e il sottoscocca. Disponibile negli allestimenti Trendline, Comfortline e Sportine, la Golf a trazione integrale sarà commercializzata a partire dal prossimo agosto e costerà circa 1500 Euro in più rispetto alle corrispondenti versioni a trazione anteriore e cambio a sei rapporti. Per chi desidera una 4motion a benzina, l'attesa si protrarrà fino al prossimo Autunno quando, alla trazione integrale made in Wolfsburg, sarà accoppiato il quattro cilindri 2.0 FSI ad iniezione diretta.

Fotogallery: Volkswagen Golf 4motion