CLS all'estremo

La mano di Carlsson s'è posata anche sulla nuovissima CLS. Le versioni elaborate sono due, una "tranquilla" e l'altra "spinta" (eufemisticamente...).

Rimanendo in tema, la "tranquilla" è basata sulla CLS 500 e, denominata CM50 K, è capace di 283 km/h e raggiunge i 100 orari in 4.9", grazie ai suoi 430 cv. La versione "spinta" che si chiama CK55 RS, è invece l'elaborazione della CLS 55 AMG: i cavalli sono 560, la velocità massima è limitata a 320 orari e l'accelerazione da 0 a 100 richiede solo 4.4". Prestazioni di tale portata sono suffragate da un terminale di scarico in acciaio a quattro uscite ovali, che permette al grosso V8 sovralimentato di sfogarsi adeguatamente, da cerchi in lega specifici, ultra leggeri (il risparmio peso è quantificabile fino al 50%) realizzati con un particolare sistema di forgiatura che ne preserva la robustezza, nonostante la riduzione del peso, e da uno specifico kit di carrozzeria, che soddisfa esigenze sia estetiche sia aerodinamiche.

Finiture in carbonio per la plancia e volante specifico completano l'elaborazione "in chiave Carlsson" della berlina sportiva di Stoccarda.

Fotogallery: Carlsson CM50 K e CK55 RS