grinta felina

E' la passione il vero motore dell'Automobile. Spesso, un passato glorioso e tanta competenza, sono gli ingredienti per un buon prodotto, ma non sempre un buon prodotto riesce anche a conquistare i cuori degli appassionati.

Quanto detto, acquista ancor maggior validità se si parla di auto di sportive, e proprio una coupè, estrema, è il nuovo prodotto di Peugeot. La Casa francese non s'è fatta intimorire dalla poca, pochissima, esperienza in questo settore: è stata mossa dalla Passione.
I tecnici francesi hanno creato la 907, una "scultura semovente", stato dell'arte della "Peugeotecnologie", come si diceva qualche tempo fa.

Il corpo vettura è da Gran Turismo di razza. Caratterizzato da soluzioni estetiche originali, come il padiglione interamente vetrato (tetto e parabrezza realizzati con un'unica lastra di cristallo), muscoloso e dai tratti forti, con gli stilemi del Marchio portati all'estremo, nasconde una meccanica che interpreta al meglio le recenti tendenze. Su una scocca in carbonio, che poggia su sospensioni a quadrilatero e pneumatici 275/40 18 davanti e 345/35 18 dietro, sono installati, longitudinalmente, un V12 di sei litri da 500 cv (368 kW) in posizione anteriore-centrale e un gruppo trasmissione (cambio a sei rapporti + differenziale) posteriore.

I due occupanti viaggiano, quindi, su una vettura dall'estetica esclusiva e dalla meccanica "padrona", concetto sottolineato anche dai dodici tromboncini di aspirazione che fanno capolino dal cofano motore. Rifiniture in legno, pelle e Alcantara fanno da cornice ad un abitacolo hi-tec, dotato di un sofisticato sistema infotelematico.

Per ora è un concept, ma nulla ci vieta di sognare...

Fotogallery: Peugeot 907