si aggiorna anche lei

Il rinnovamento della gamma Audi è in continua evoluzione. Dopo la A8, la A6 e la A3 Sportback, il Costruttore di Inglostadt presenta la nuova A4

Evoluzione del vecchio modello (potremmo definirlo un restyling molto incisivo), la media tedesca si ripresenta con un design che ricorda le sorelle maggiori. La calandra cresce in dimensioni, fino ad interessare verticalmente l'intera porzione frontale. Si tratta di una soluzione originale e d'impatto, già vista sulle tre vetture menzionate in alto, ma che non riscuote consensi unanimi fra gli estimatori del marchio.

I fari assumono una fisionomia più complessa, con la parte centrale di incavata verso il basso e, quindi, più estesa delle estremità: dietro un trasparente liscio in policarbonato, ci sono proiettori adattivi allo Xeno ad alta efficienza e luci diurne a led.
Lateralmente, la nuova A4 non mostra sostanziali differenze col modello attuale. Spiccano i rinnovati cerchi standard da 17 pollici e canale da 7.5 J, con gomme 235/45 (optional i cerchi da 18") mentre, anche in coda ci sono nuovi gruppi ottici. In questo caso, il motivo estetico, benché omologo di quello che caratterizza i fari anteriori, è sviluppato "al negativo", ovvero con le estremità incavate in basso e le porzioni centrali affilate.

All'interno, il volante è stato ridisegnato, mentre la plancia e i pannelli porta, si arricchiscono di nuovi inserti in radica, in due colori, o in alluminio. Per i sedili sono disponibili due tipi di pelle e un abbinamento pelle/Alcantara. Standard, per tutte le versioni, il clima automatico bi-zona. L'impianto hi-fi disponibile è prodotto dalla BOSE ed è abbinabile ad un sistema di multimediale con navigatore satellitare e lettore DVD e interfaccia di tipo MMI, ovvero con il "manopolone" simile all'Idrive installato sulle ultime BMW e che ha già esordito, in casa Audi, sulle A8 e A6. Il design, la tipologia dei materiali utilizzati e le finiture curate, come da tradizione per la Casa dai Quattro Anelli, vogliono avvicinare sempre più lo standard percepito della media a quello dell'ammiraglia A8. Il bagagliaio ha una capacità di 460 litri, ampliabile fino 1184 nella Avant.

Ricchissima la gamma delle motorizzazioni, con un range di potenza che va dai 75 kW (102 cv) della 1.6 ai 188 kW (255 cv) della 3.2 V6 FSI. Sul fronte benzina sono disponibili, oltre alle due unità "estreme", il 2 litri da 96 kW (130 cv), il 1.8 Turbo da 120 kW (163 cv) e il 2 litri FSI Turbo da 147 kw (200 cv).
Le motorizzazioni a gasolio disponibili sono i quattro cilindri 1.9 e 2.0 TDI da 85 e 103 kW, rispettivamente 115 e 140 cv, e due V6, 2,5 e 3 litri, TDI da 120 e 150 kW (163 e 204 cv). Dei quattro TDI, il V6 3 litri ha l'alimentazione common - rail con iniettori piezo-elettrici, mentre i tre più piccoli, hanno tecnologia con iniettore-pompa. Fiore all'occhiello della nuova gamma A4, il V6 3.0 TDI, è dotato di doppio intercooler ed disponibile, in opzione con filtro antiparticolato. I consumi sono minimi, nell'ordine di 7.5 litri per 100 km, e l'autonomia è prossima gli 840 km. Tutte le unità propulsive rispettano le normative antinquinamento EURO4.

Disponibili a due o quattro ruote motrici (le versioni al vertice solo in allestimento "Quattro"), per le nuove A4 sono disponibili quattro trasmissioni: manuale a cinque rapporti e automatico a variazione continua "multitronic" - per le versioni a trazione anteriore - e manuale a sei marce e automatico con altrettanti rapporti e funzione tiptronic, riservati alle versioni più prestazionali e con trazione "Quattro". Affinata la geometria delle sospensioni, che usufruiscono di un sistema ESP di ultima generazione.

La nuova A4 è disponibile da subito in versione sportiva "S", equipaggiata con lo stesso V8 da 344 cavalli della serie precedente.

Fotogallery: Audi A4