sarà made in Italy

Ford Focus Vignale si farà entro la fine del 2006 e si farà con Pininfarina. I due costruttori hanno infatti rinnovato l'accordo di partnership industriale e il carrozziere torinese si occuperà della produzione del nuovo modello.

L'esperienza di Pininfarina nell'ingegneria e nella produzione di vetture in numeri relativamente piccoli sarà fondamentale per la riuscita di questa nuova joint-venture che segue a quella avviata due anni fa con la StreetKa.

Il prototipo Focus Vignale è stato presentato allo scorso Salone di Parigi come anticipazione della futura versione coupé-cabrio della Casa di Colonia.

Il "design digitale", com'è stato definito dal management Ford, ha generato una sportiva dalle linee intrensicamente Focus. "Vignale", in onore dell'omonima carrozzeria italiana, che nel 1969, è entrata a far parte del gruppo automobilistico americano.

Frontale incattivito, e forse un po' appesantito rispetto alla berlina di derivazione. Sul muso sono presenti la calandra e una grande bocca inferiore a maglie quadrangolari larghe che, congiuntamente alle due piccole prese d'aria laterali ed ai profili cromati, rubano leggerezza all'insieme. L'aggressività e poi confermata dai generosissimi cerchi i lega (cromati) da ben venti pollici.
Interni decisamente hi tech, impreziositi da rivestimeti pregiati, tra cuoio con cuciture a vista (doppie e con inserti a contrasto) e alluminio satinato. Ambiente molto luminoso, grazie all'impiego di materiali rigorosamente chiari, eccezion fatta per la parte superiore del cruscotto in pelle "Nero Abalone".

Il tutto protetto da un tetto rigido in metallo ripiegabile elettricamente che conferisce al concept Vignale la doppia anima di coupé e cabriolet, tanto in voga di questi tempi...

Fotogallery: Ford Focus Vignale Concept