attesa per il 2006

Stati Uniti, Michigan, Detroit... Quale luogo migliore per presentare un SUV che non il paese dove sono stati inventati?
Mazda ha scelto il North America International Auto Show 2005 per svelare il suo primo sport utility vehicle, in veste si di concept car, ma con buonissime probabilità di realizzazione.
"MX", come tutti i piu' recenti prototipi della casa di Hiroshima, "Crossport" per sottolineare la trasversalità del modello, funzionale, spazioso, ma anche e soprattutto sportivo.

Lo stile è personale, filante ed imponente allo stesso tempo, molto aggressivo nella parte frontale a cui fanno eco le fiancate muscolose, dominate da passaruota extra-large capaci di pneumatici taglia 275/45. Certo, quando si sviluppa un concept non si bada a dimensioni, ma è altresi' evidente la vocazione "corsaiola" della Crossport, confermata da un'altezza di appena 1,630 mm ed ulteriormente enfatizzata dalla larghezza di ben 1,930 mm, che la rende visivamente assettata! E molti sono i richiami stilistici ai modelli sportivi di Casa Mazda, come la RX8 o la nuovissima Mazda6 MPS...

Il design atletico che rispecchia appieno la personalità Mazda dell'era "Zoom-Zoom", è ripreso anche nell'abitacolo, che propone soluzioni all'insegna del futuristico. In particolare a livello di modularità, i sedili possono "galleggiare" sul pianale grazie a speciali binari monorotaia montati lungo tutto il pavimento. A dare un impronta hi-tech ci pensano invece i rivestimenti, con materiali ricercati che vanno dall'alluminio all'acrilico, passando per l'anilina e la pelle.
La telematica di bordo è gestita attraverso un trio di diplay. Il principale montato al centro della console, il secondo collocato subito accanto e il terzo installato alla destra del passeggero anteriore. Le informazioni riportate dal "Three Panel Display" riguardano praticamente tutto, dal navigatore satellitare, al computer di bordo. Ma anche la diagnosi del propulsore, l'interfaccia di navigazione in internet e controllo del climatizzatore. Il terzo monitor è specificamente dedicato all'intrattenimento del passeggero e grazie al supporto di ben 5 telecamere riproduce la strada cosi' com'è vista dal conducente... In alternativa puo' essere attivato per la proiezione di DVD o di videogame.

I tempi di produzione non sono stati ancora confermati ufficialmente, ma e realistico pensare che un SUV ispirato all'MX Crossport arriverà entro il 2006 e, sempre secondo i piani strategici della Casa, sarà fondamentale per il rilancio del marchio Mazda proprio negli Stati Uniti.

Fotogallery: Mazda MX Crossport